Eros Ramazzotti: adesso sto meglio grazie ad amici e fan

da Milano

Intervista doppia del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola oggi, a Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker, lui alle prese con l'uscita del suo nuovo album, Calma apparente, lei in attesa di condurre Striscia la notizia al fianco di Ezio Greggio. Entrambi pronti a ricominciare, dopo gossip, veleni e colpi di scena, una nuova vita.
«Vivo oggi e guardo al domani - racconta il cantante - Se dovessi pensare al passato sarei morto da un pezzo. Ce l'ho fatta grazie agli amici veri e ai fan, con i quali sono sempre stato molto onesto. Anche se c'è chi non mi ha ripagato con la stessa moneta. Non ho più voglia di parlare di ciò che è successo negli ultimi mesi. Quel che c'era da dire è stato detto. Per tutto il resto, parlano le canzoni. Io adesso sto bene. Ho soltanto voglia di fare musica. Mai come adesso sono convinto che la vita sia bella. È il mondo che fa schifo, purtroppo». «Per quanto possa essere stanco e arrabbiato - continua Ramazzotti - se la sera torno a casa, imbraccio la chitarra e scrivo una buona canzone, posso trasformare una brutta giornata in una data da ricordare. Ma chi fa il mio mestiere deve al tempo stesso rendere conto a tutti. Chi vende milioni di dischi non può permettersi il lusso di un momento difficile. Si è sempre pronti a puntargli l'indice addosso».
E tra i suoi momenti peggiori, il cantante ricorda quelli vissuti negli anni '90, quando «ero ricco, famoso, avevo una bella famiglia. Mi sono sentito onnipotente. Ma, in realtà, avevo perso il controllo della mia vita. Ero arrivato a spendere più di tre miliardi di lire per produrre un disco. Meno male che ho avuto la capacità di guardarmi dentro».
A voltare pagine e a ricominciare da zero è anche l'ex moglie del cantante, Michelle Hunziker, premiata alle Telegrolle di Saint Vincent per la sit-com Love Bugs, che confessa: «Per me è iniziata una nuova era e come sempre ricomincio con un sorriso. Ho imparato a proteggermi dai gossip e dalle curiosità. Mi sono sempre protetta più che ho potuto. Non ho mai rinunciato a ciò che è importante per me, non ho mai perso di vista quello che conta davvero nella mia vita.