Eruzioni solari: Italia a rischio

Anche l’Italia potrebbe essere colpita da eruzioni solari. In particolare, l’eruzione registrata la scorsa notte negli Usa, la quarta per dimensioni degli ultimi 15 anni, è tenuta sotto osservazione anche dagli esperti italiani dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. «Al momento abbiamo registrato solo tracce trascurabili senza effetti per noi sulle comunicazioni e la navigazione satellitare e terrestre - dice Lucilla Alfonsi, ricercatrice del gruppo di Fisica dell'Alta Atmosfera dell'Ingv - ma restiamo in stato di allerta perché, come avviene in questi casi, il disturbo può verificarsi anche con un ritardo di molte ore». Il monitoraggio dell'alta atmosfera avviene attraverso una rete di sorveglianza che raccoglie in un server dati digitali ed è destinata a fornire informazioni in tempo reale sulla ionosfera. È qui, in questa regione al di sopra dei 50 km, che tutti i segnali satellitari devono passare per raggiungere la Terra e subendo in alcuni casi disturbi elettro-magnetici. C’è poi un progetto a livello europeo che si propone di creare un server in grado di dare informazioni in tempo reale sullo stato dell'alta atmosfera sopra l'Europa, anche attraverso degli avvisi tramite sms, internet o palmari.