«Un esame di verifica per giovani patentati»

Rivedere il sistema delle patenti e prevedere pene più severe. Lo chiede il presidente dell’Associazione familiari e vittime della strada del Lazio, Giovanni Delle Cave, commentando le ipotesi di riforma anticipate dal ministro Alessandro Bianchi e in particolare l’ipotesi di introdurre un esame di guida, di verifica, da superare prima di poter guidare autovetture di potenza oltre una certa soglia. «Un esame di richiamo dovrebbe essere previsto per i giovani patentati dopo 3-4 anni - ha spiegato - ma si dovrebbe finalmente eliminare anche la possibilità di riconsegnare la patente a chi ha 90 anni».