Per gli esami di Stato insegnanti sottopagati

Siamo un gruppo di insegnanti che, come ogni anno, ha partecipato agli esami di Stato per il conseguimento della licenza di scuola superiore. Ci rammarichiamo di non aver fatto come tanti altri nostri colleghi che hanno inviato un certificato medico pur di evitare di lavorare a condizioni economiche a dir poco umilianti. Siamo stati impegnati in qualità di commissari dal 18 giugno al 10 luglio senza limiti di orario e senza giorni di riposo, esclusa la domenica. Abbiamo appena saputo che per questo servizio ci sarà corrisposta una cifra che varia da 399 euro lordi per i commissari interni a 911 euro lordi per quelli esterni. Non ce la siamo sentita di fare il calcolo di quanto sia la nostra paga oraria e di compararla con quella di qualsiasi altro professionista laureato. L’escamotage con cui i nostri colleghi si sono sottratti a questa umiliazione sembra essere l’unico strumento per far rispettare la propria dignità umana e professionale.