Esaote torna al listino

Esaote punta a rientrare in Piazza Affari entro fine 2008. Condizioni di mercato permettendo, il ritorno in Borsa dovrebbe avvenire nell’ultimo trimestre. È quanto ha deciso il cda del gruppo di apparecchiature biomedicali che ha chiuso il 2007 con un utile netto di 11,5 milioni a fronte di un fatturato di 281,5 milioni (più 8,2%). Ai soci sarà proposto un dividendo di 0,10 euro per azione. Esaote è partecipata da Intesa Sanpaolo (57,9%), Equinox (13,2%), Carige (11,8%) e Monte Paschi (10,8%).