Esce oggi il romanzo postumo di Tolkien

Ottantanove anni dopo che JRR Tolkien ne cominciò la stesura, a 34 anni dalla sua morte, esce oggi nelle librerie britanniche The Children of Hurin, il romanzo postumo del creatore de Il Signore degli Anelli, portato a termine dal figlio dell’autore, Christopher, che ha lavorato per quasi tre decenni sul mare di carte lasciato dal padre. La trama riprende alcuni elementi già presenti in The Silmarillion, pubblicato nel 1977 e, secondo quanto afferma HarperCollins, la casa editrice, è più «dark» ed inquietante di Hobbit e de Il Signore degli Anelli (libro che secondo stime recenti, ha venduto 150 milioni di copie in tutto il mondo). La storia è ambientata in una parte della Terra di Mezzo allagata molto prima dell’arrivo degli Hobbit e narra la tragica vicenda di Hurin e di sua sorella Nienor, vittime di una maledizione di Morgoth, il primo Oscuro Signore di Mordor. Il libro sarà arricchito da una serie di illustrazioni di Alan Lee, che ha vinto l'Oscar per la migliore scenografia grazie al terzo film della saga Il Signore degli Anelli. Nei prossimi mesi usciranno traduzioni in 43 lingue, tra cui l'italiano (sarà stampato da Bompiani).