Esce oggi Skylander Spyro's Adventure Ecco la rivoluzione per i bambini di Activision

Ecco un gioco che promette d’essere rivoluzionario: Activision
presenta, il 14 ottobre per l’Italia, "Skylander spyro's adventure", pensato e realizzato per i bambini

Ecco un gioco che promette d’essere “rivoluzionario”: Activision presenta, il 14 ottobre per l’Italia, “SKYLANDER SPYRO’S ADVENTURE”. Si tratta di un videogame pensato e realizzato per i bambini, sviluppato con una grafica mutuata dal 3D, con la possibilità di unire il giocattolo creato ad hoc con la realtà virtuale del videogioco.

Grazie ad un “portale del potere”, disponibile in un’unica soluzione con i primi tre caratteri ed il disco d’installazione, il bambino potrà confrontarsi con gli amici sia con i giocattoli che con la loro trasposizione nel videogioco. Il piccolo potrà creare un avatar del proprio personaggio e fargli compiere diverse mirabolanti avventure, sia da solo che in compagnia, memorizzando di volta in volta i progressi compiuti.

Unire così una linea di giocattoli ad un videogioco, permettendone l’interscambiabilità, è in effetti un evento assolutamente innovativo. Per questo Activision, in sede di sviluppo, ha deciso di chiamare gli sceneggiatori del film “Toy Story” affinchè studiassero una trama del gioco che potesse risultare da Oscar.

Il risultato è accattivante: i caratteri protagonisti vivevano sul pianeta di Skylander, erano depositari di magici poteri ed avevano sviluppato micidiali armi personali. Furono però banditi dal loro mondo da diabolici tiranni, che li congelarono e li spedirono sulla Terra tramutati in giocattoli. La loro missione, quindi, è duplice: salvare la terra dall’invasione e liberare il loro pianeta d’origine dai malvagi.

Il mondo di Skyland è quindi estremamente vario, vivido, pieno di rimandi a mondi fantasy e ambientazioni cinematografiche presenti nell’immaginario collettivo. Non solo scontri con mostri od altri personaggi; giochi di abilità, puzzles, indovinelli, tante idee che servono ad incrementare la varietà di gioco e a stimolare la creatività dei bambini.

Sicuramente un’idea originale, meravigliosamente sviluppata e resa accattivante da una serie di gadgets che non mancheranno d’attrarre l’attenzione dei più giovani. All’interno della storia-base, poi, c’è la possibilità di interagire on-line con luoghi e personaggi a non finire, potendo incrementare le capacità del proprio avatar come in un normale quest-game. Nella confezione di lancio non mancheranno posters e carte collezionabili; i genitori potranno inoltre contare su di un rigido controllo on-line relativo ai contenuti e alla protezione.

Activision ha già potuto constatare la bontà del prodotto negli Stati Uniti, con una risposta entusiastica del pubblico: conta di ripetere il successo in Europa, puntando sull’interagire tra giocattolo e sua trasposizione virtuale.