Esercitazioni al via Da oggi mille soldati dell’Alleanza impegnati nel Paese

Cominciano oggi le esercitazioni militari della Nato in Georgia, che non è un Paese membro dell’alleanza Atlantica ma che ha chiesto di entrarne a far parte. Per un mese circa mille soldati provenienti da una decina di Paesi della Nato e da altri Paesi partner metteranno in atto una «risposta alla crisi», senza armi, nella base militare georgiana (un tempo russa) di Vaziani, che sorge a 70 chilometri dal più vicino avamposto russo nell’Ossezia del Sud. Il presidente russo Dmitry Medvedev ha definito queste esercitazioni «sbagliate e pericolose». L’Armenia, Paese partner della Nato ma molto vicino a Mosca, ha annunciato ieri la propria rinuncia a partecipare.