«Esistono due regolamenti: uno per me, uno per gli altri»

«La squalifica della Uefa? Mia nonna, che è morta anni fa, quando ero piccolo mi diceva che bisogna essere felici e non preoccupati dell’invidia altrui. Io mi sento così. È normale e sono felice del fatto che esista un regolamento per me e un altro per tutti gli altri allenatori. Quello che gli altri possono fare, a me non è consentito. La sanzione è storica, perché possono squalificarmi nell’arco di tre anni, ma per me è una medaglia». Così José Mourinho dopo la squalifica dell’Uefa per le espulsioni pilotate.