Esodo a Lumezzane per sostenere lo Spezia

Lorenzo Cresci

da La Spezia

Due punti di vantaggio sulla seconda da difendere, l'imbattibilità in campionato da confermare, un campo storicamente piuttosto avaro di risultati da espugnare. E almeno 700 tifosi in trasferta da soddisfare. Non mancano certamente gli ingredienti a questo Lumezzane-Spezia. Gli aquilotti di Antonio Soda sono reduci da quattro vittorie consecutive che li hanno proiettati in vetta alla classifica con un +2 sul Monza, oggi impegnato in casa col Novara. L'entusiasmo in città è alle stelle, tanto che i cinquecento biglietti inviati dal Lumezzane in Liguria non sono stati sufficienti per rispondere alla richiesta. «Non sarà una gara facile - anticipa Soda - anche perché il Lumezzane è formazione giovane, ma difficile da superare. Ha in squadra anche elementi di categoria, come Masolini e Taldo e un bomber da temere come Matri». Nello Spezia dovrebbe mancare ancora Varricchio e spazio quindi a Pelatti. A centrocampo Soda ha il dubbio Padoin: l'ex pratese è stato bloccato tutta la settimana da una fastidiosa tracheite. Nel match infrasettimanale con la formazione Berretti, Soda ha provato nel ruolo di esterno di sinistra Simonluca Agazzone. Per il resto dovrebbe essere confermata la formazione che ha vinto sia nella Repubblica del Titano che contro il Pavia: Rotoli in porta; difesa a quattro con Bianchi, Maltagliati, Fusco, Florindo; centrocampo con Grieco sul vertice basso, affiancato da Ponzo e Agazzone e Alessi a sostegno delle punte Pelatti e Guidetti.