Esordio trionfale per Icbc (+17%)

Il freno alla crescita del Pil Usa è stato il protagonista delle Borse in questo fine di settimana. Interessata New York che ha mostrato un andamento negativo per i tre indici principali, i quali hanno «corretto» i livelli top dei giorni scorsi. Sui listini hanno prevalso le flessioni, mentre tra i titoli apparsi più tonici si segnala tra l’altro Microsoft, ai massimi del 2006. Tra le novità di ieri l’esordio trionfale ad Hong Kong della banca cinese Icbc (sono stati raccolti 19,1 miliardi con la più grande Ipo di tutti i tempi): il primo giorno di negoziazione si è chiuso in rialzo del 17% sul prezzo di collocamento. Realizzi di fine settimana hanno invece riportato in negativo tutte le borse europee. Ancora colpiti i farmaceutici, con Astrazeneca e Glaxo, che a Londra perdono intorno al 3%, Aventis a Parigi e Bayer a Francoforte. Resistono i titoli telefonici, il cui indice recupera l’1,4%, grazie alle performance di Vodafone e Deutsche Telekom.