Esperti Cnr restaurano il monumento ai Mille

Giuseppe Garibaldi, l’eroe dei due mondi, mobilita perfino gli scienziati del Cnr che scendono in campo per restaurare lo storico Monumento ai Mille di Quarto.
L’intervento si inserisce in una serie di manifestazioni poste in essere per commemorare il bicentenario della nascita dell’eroe ed onorare al meglio la sua memoria. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra l’Istituto di scienze marine (Ismar) del Cnr, la Soprintendenza Psae della Liguria, l’Istituto Centrale per il restauro (Icr) e il Comune di Genova. L’intesa ha come obiettivo principale quello di valorizzare una delle opere artistiche simbolo di Genova e del Risorgimento italiano, realizzata da Eugenio Baroni e inaugurata il 5 maggio 1915 con un’orazione di Gabriele D’Annunzio.
Per procedere al restauro il Cnr ha messo a punto una metodologia innovativa: la Spettroscopia d’impendenza chimica (Eis), già sperimentata nel 2001, quando furono eseguiti i primi test per valutare lo stato di alterazione del bronzo che compone il monumento. «Questa metodologia, permette di valutare, in modo non distruttivo e con maggiore facilità, i processi corrosivi a carico di un manufatto, la loro evoluzione e i trattamenti più adeguati di pulitura e protezione», spiega Paola Letardi dell’Ismar-Cnr.

ALTRI SERVIZI SUI MILLE A PAGINA 49