Esplode miniera dopo un terremoto Morti quattro operai altri 50 in trappola

Un’improvvisa esplosione di rocce in una miniera di carbone in Cina, avvenuta dopo una scossa di terremoto, ha provocato la morte di quattro minatori. Altri 57 sono rimasti intrappolati nel sottosuolo. I soccorritori, che hanno scavato un tunnel profondo 500 metri, ieri ne hanno salvati 7 e lavorano per recuperare i restanti 50. La notizia è stata diffusa dall’agenzia di stampa Xinhua. Il disastro si è verificato giovedì sera nella miniera di Qianqiu, nella provincia di Henan, nell’Est del Paese. Quattordici lavoratori sono riusciti a mettersi in salvo prima del crollo. Il sisma di magnitudo 2,9 è avvenuto a est del luogo dove si trova la miniera e l’esplosione di rocce è seguita dopo 30 minuti. Al momento dell’incidente sul posto stavano lavorando 75 uomini.