Esplode palazzina: morti madre e due figli Ferito in gravi condizioni

Tragedia a Barberino del
Mugello (Firenze), forse a causa di una fuga di gas. Tre le vittime: una donna albanese e i suoi due figli, una quattordicenne e un tredicenne

Barberino del Mugello - Una palazzina di due piani è esplosa a Barberino del Mugello (Firenze), probabilmente a causa di una fuga di gas. Tre i morti: madre e due figli, una quattordicenne e un tredicenne che abitavano nell'immobile, situato in via Garibaldi.

Il sindaco di Barberino, Gian Piero Luchi, arrivato sul posto, ha spiegato invece che un altro uomo, che abita in altro appartamento della palazzina, sarebbe stato catalputato fuori al momento dell'esplosione e ora sarebbe ricoverato in ospedale. L'esplosione ha causato un crollo e un'incendio. Tutto, è stato spiegato ancora, è avvenuto intorno alle 8.15. Sulle cause si ipotizzaipotizza la fuga di gas.

Secondo i vigili del fuoco non risultano altri dispersi dopo il ritrovamento del cadavere della donna e dei suoi due figli. Il marito della donna, indicato inizialmente tra i possibili dispersi, si trova in Albania, come spiegato da alcuni parenti della famiglia.

Il ferito è un italiano di 38 anni, abitante nell'altro appartamento, che sarebbe stato catapultato fuori al momento dell'esplosione. Ha riportato ustioni su buona parte del corpo e ora è ricoverato, in condizioni definite gravi, all'ospedale fiorentino di Careggi, dopo essere stato trasferito da quello di Borgo San Lorenzo.

"E' stata un'esplosione simile a quella di una bomba. Sono uscito fuori casa e ho trovato Tommaso riverso in strada, ustionato. Era cosciente e mi ha chiesto aiuto. Ho chiamato il 118". Così ha raccontato Bruno Mocali, che abita vicino alla palazzina esplosa . Tommaso è l'uomo rimasto ferito: abitava al piano inferiore dell'immobile.