Esplosione a Istanbul Ordigno in pieno centro Una vittima e sette feriti

L'esplosione è avvenuta a una fermata dell'autobus, probabilmente l'ordigno era nascosto dentro un cassonetto dell'immondizia. La zona è stata sgomberata per un ampio raggio perché si teme la possibilità di una seconda esplosione

Sarebbe stato un ordigno piazzato in un cassonetto a causare l’esplosione a Istanbul: è quanto ipotizza l’emittente turca Ntv sottolineando che i rifiuti sono stati sparsi per un ampio raggio. La tv parla per ora di "una donna ferita". L’esplosione è avvenuta ad una fermata di autobus, ha precisato ancora l’emittente che mostra immagini della zona sgomberata dalla polizia. Sul posto viene segnalata la presenza di una decina di ambulanze. La zona è stata sgomberata per un ampio raggio perchè si teme la possibilità di una seconda esplosione, riferisce la Tv sottolineando che l’ordigno è stato piazzato sotto ad un ponte, il Koc, e questo ha limitato gli effetti della deflagrazione. Nei pressi, viene notato, oltre a un centro commerciale, si trova un’Accademia di polizia. La Turchia è in piena campagna elettorale per le parlamentari del 12 giugno. Il terrorismo separatista curdo nell’ultimo mese ha colpito con un sanguinoso assalto alla scorta di politici del partito del premier Recep Tayyip Erdogan. Solo l’altro ieri era stato rinvenuto un ordigno di fabbricazione artigianale con un ingente quantitativo di esplosivo sotto un ponte nel sud-est della Turchia, l’area a maggioranza curda la cui insurrezione, dal 1984, ha causato tra le 40 mila e i 45 mila vittime.