Espulsi i primi 4 rom, ne restano solo 9.496

Il prefetto Gian Valerio Lombardi ha firmato ieri i primi decreti di espulsione nei confronti di quattro cittadini romeni sorpresi a rubare in Stazione Centrale e in zona Cenisio. «Con il proprio comportamento - ha spiegato Lombardi - hanno minacciato la convivenza civile, compromesso la pubblica sicurezza e danneggiato tutti coloro che sono giunti in questo Paese per migliorare col proprio lavoro le condizioni di vita». «Per azzerare l’emergenza - continua il prefetto - servono leggi più severe e soprattutto la certezza della pena». Quattro allontanati su 9.500 nomadi presenti in città. A Milano, dunque, ne restano altri 9.496.
Ma, dalle cento baraccopoli sorte in città, replicano i rom. «Noi da qui non ce ne vogliamo andare». Così in via Silla, de Pisis, Stephenson, o dietro la stazione di Bovisa Nord. un viaggio nel degrado e nell’illegalità. Fino all’insediamento di Muggiano, dove ieri i carabinieri si sono presentati per un controllo. Ed è subito salita la tensione con gli abusivi.