Esquire: Carlo principe di eleganza bocciata la chioma fluo di Johnson

Il principe Carlo, icona dell’eleganza. È la &quot;bibbia della moda&quot;, la rivista Esquire che lo incorona re dello stile<br />

Londra - Il principe Carlo, icona dell’eleganza. È la "bibbia della moda", la rivista Esquire che lo incorona re dello stile, in una classifica tra tutti i personaggi pubblici maschili che uscirà sul numero di aprile. Con le sue giacche a doppio petto e le scarpe sempre perfettamente lucidate, Carlo ha conquistato la giuria di esperti organizzata dalla rivista per la sua eleganza vecchia maniera. Il principe di Galles vince sull’ammirato Barack Obama, ma anche su "giovani", come il rapper Andrè 3000 del gruppo hip hop Outkast. Secondo Esquire, la sua eleganza vecchio stile vince sugli abiti alla moda dei più giovani.

Pollice verso per Borsi Johnson "Gli abiti da adulti hanno colpito di più la giuria - dice il direttore di Esquire, Jeremy Langmead - hanno vinto gli uomini che hanno un loro stile personale ben definito". E per più di 40 anni, lo stile di Carlo è rimasto immutato ed è diventato il suo marchio personale. Al secondo posto, un altro britannico, il comico Ronnie Corbett, 78 anni, che fa centro con il suo abbigliamento casual ma elegante. Poca fortuna per il poco aggraziato Gordon Brown e per il sindaco di Londra, Boris Johnson, la cui chioma bionda è descritta da Esquire come il risultato di "un incontro con un fantasma in un tunnel". Entrambi si classificano tra i peggio vestiti al mondo.