Estate classica a Cervo e Chiavari

Marta Cerruti

Il Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo e la rassegna Musica in Villa anche questa settimana regaleranno alla Liguria due grandi eventi musicali. Giovani promesse, artisti affermati, scenari suggestivi e ricche programmazioni promettono di ripetere gli acclamati successi, già proposti dalle due rassegne nelle edizioni di quest’estate 2006.
Domani a Cervo sul sagrato antistante alla Chiesa dei Corallini, restituita alla sua bellezza grazie al recente restauro, si terrà il concerto della giovane pianista rumena Mihaela Ursuleasa. Musicista precoce, che sin da bambina ha mostrato un talento eccezionale, si è formata sotto la guida del maestro Claudio Abbado raggiungendo, appena ventenne, la piena maturità artistica. Oggi, a 28 anni, è uno dei pianisti più famosi e ricercati al mondo, uno dei più grandi attualmente in vita. Esibitasi per la prima volta in Italia quando aveva solo 10 anni, ora, che è definita dalla critica «la pianista del terzo millennio», fa ritorno nel nostro paese, onorando con la sua presenza il già blasonato Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo. E domani sera, a partire dalle ore 21.30, a Cervo, Mihaela Ursuleasa proporrà parte del suo ampio repertorio, che spazia da Beethoven a Mozart, da Schubert a Liszt.
Sabato 19, invece, a Chiavari nel Teatro Cantero, saranno protagonisti 5 grandi musicisti italiani, 5 solisti, che in occasione della rassegna Musica in Villa, si esibiranno insieme. Il pianista Maurizio Baglino, artista pluripremiato il cui curriculum vanta durature collaborazioni con Ughi e Accardo, si esibirà insieme ai due violinisti Cecilia Laca e Gabriele Pieranunzi, alla violoncellista Silvia Chiesa e a Francesco Fiore virtuoso della viola. Il quintetto, capace di coniugare rigore classico ed estro fantasioso, eseguirà musiche di Dvorak e Schumann. Il concerto, che avrà luogo a partire dalle ore 21.00, è l’ultimo appuntamento nell’ambito della rassegna Musica in Villa, previsto a Chiavari.