Un’estate tutta da ridere con Falagusta

«Il sapore della luna»: a qualcuno verrà in mente l’astro di formaggio che campeggia in un episodio di Wallace and Gromit, la serie inglese amata dal pubblico di ogni età. In questo caso, però, il cagnolino e la pecora del telefilm non c’entrano. Sono infatti tre amici e colleghi di lavoro i protagonisti della commedia in due atti scritta, diretta e interpretata da Marco Falaguasta, al debutto oggi a Villa Sciarra per l’ottava edizione della rassegna «Roma che ride». Il sapore della luna allude a qualcosa che non ci si sognerebbe mai di provare, «è quanto di più impensato conoscere», spiega il regista, autore di successi come Si sente solo il rumore del mare, Non vedo l’ora e Due volte Natale.
La storia è quella di Rodolfo, Aldo e Plinio che, dopo una riunione di lavoro, si ritrovano a discutere nella camera di un albergo di lusso. È lì che Rodolfo, saputo che la sua nomina a consigliere di amministrazione dell’azienda è a rischio, confida agli amici di essere in possesso di un «arma micidiale» con cui può tenere in pugno i superiori e si prepara a festeggiare con i compagni-complici. Personaggi dunque «avidi, ambiziosi e privi di scrupoli», i cui piani però vengono scompigliati dall’arrivo della giovane Lucrezia.
«Secondo me - racconta Falaguasta, che presto vedremo tra gli interpreti della soap Centovetrine - la sorte e la casualità a un certo punto si mettono tra il più furbo e il più buono per bilanciare i rapporti e far sì che il piatto non penda sempre dalla parte di chi ha meno scrupoli». E il destino si presenta nei panni di Lucrezia, capace di frapporsi tra il terribile progetto dei tre e la sua attuazione. L’autore, rivela, mira a condividere con gli spettatori «quell’ottimismo al quale, nonostante tutto, non so rinunciare e che deve indurci a guardare la vita con la risata furba di chi sa che, comunque vadano le cose, alla fine ce la faremo!».
Con lui saranno sul palco gli altri attori della compagnia «Bona la prima», che d’inverno opera al Teatro Testaccio: Francesca Ceci, Piero Scornavacchi, Marco Fiorini e Danilo De Santis. Villa Sciarra (entrata da via Calandrelli 23 e da via delle Mura Gianicolensi), repliche fino al 20 agosto, lunedì esclusi. Spettacolo ore 21.15, biglietto 13-15 euro. Info: 06.5755482.