30 persone uccise a coltellate nella città cinese di Kunming. 130 i feriti

Nell'attacco sono rimaste ferite altre 130 persone. Le autorità accusano la minoranza uigura

Un gruppo di uomini armati di coltello ha ucciso a coltellate 30 persone nella stazione ferroviaria di Kunming, nella provincia meridionale cinese dello Yunnan. Nell'attacco sono rimaste ferite - secondo la Nuova Cina - altre 130 persone.

La polizia - scrive il giornale Jiefang Daily - sta cercando almeno cinque persone. Gli investigatori ritengono il gruppo di aggressori fosse formato da almeno dieci persone. 

Le autorità cinesi hanno rivolto accuse contro i gruppi separatisti uiguri, minoranza islamica e turcofona dello Xinjiang, a cui avevano attribuito anche una strage a Turpan nel luglio scorso. Dal 2009 in poi Pechino ha risposto con centinaia di arresti e condanne a morte alle proteste con cui denunciavano le discriminazioni subite dall'etnia cinese "han".

Commenti
Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 02/03/2014 - 03:57

Vedrete come la Cina si occuperà (nuovamente) dei propri terroristi irredentisti musulmani... Non se ne sentirà parlare per molto tempo...perché li faranno fuori all'ingrosso.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 02/03/2014 - 11:37

uiguri... Hmmmm,berciavano, per caso:"Allah uh akbàr?".

lino961

Dom, 02/03/2014 - 12:03

Almenochè i capi della comunità Uiguri non si rivolgano ad Al Qaeda per difendersi da Pechino.

ANTONIO1956

Dom, 02/03/2014 - 13:24

Dove c'è violenza e odio (perché di ODIO con la O maiuscola si tratta) c'è di mezzo l'Islam. Quando verrà messo fuori legge dall'Onu?? Ma che dico ... l'Onu è in mano a Obama (che è un mezzo musulmano) e ai paesi musulmani !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/03/2014 - 20:31

i Cinesi non andranno per il sottile.