Accuse di razzismo Terry assolto «Non ci sono prove»

Assolto per insufficienza di prove: così una corte londinese ha respinto la denuncia a carico di John Terry, capitano del Chelsea accusato di aver rivolto insulti razzisti ad Anton Ferdinand, del Queens Park Rangers. Al termine di quattro giorni di udienze, il giocatore è stato dunque assolto. «È impossibile essere sicuri» di quali parole Terry abbia pronunciato all'indirizzo di Ferdinand e viceversa. Così si è espresso il giudice Howard Riddle, elogiando il «coraggio» del giocatore per aver testimoniato al processo e ammettendo che i filmati tv non hanno chiarito l'incidente «al di là di ogni ragionevole dubbio». Ma un'indagine autonoma è già stata annunciata dalla Federcalcio inglese e potrebbe costare a Terry (che ha già perso la fascia di capitano della Nazionale inglese) anche la squalifica.