Allarme topi all'ombra del Big Ben: un gattile di Londra offre tre felini

Da tempo i roditori rosicchiano i documenti ufficiali del parlamento e lasciano i propri escrementi negli uffici dei deputati: ora tre gatti proveranno a risolvere il problema

Allarme topi al palazzo di Westminster: il celebre edificio sulla riva del Tamigi è infestato da una colonia di roditori, sgraditi ospiti che di notte depositano i loro escrementi sugli atti ufficiali del parlamento più antico del mondo. Quando la parlamentare del Mid Derbyshire Pauline Latham ha espresso il desiderio di risolvere il problema ospitando un gatto del suo ufficio, il ricovero per animali di Battersea, a due passi dal Big Ben, ha subito risposto offrendo tre felini per eliminare gli sgraditi ospiti di Comuni e Lords.

Il gattile in questione ospita fino a 190 animali senza casa, e ha offerto ai deputati di Sua Maestà i suoi migliori cacciatori: il più famoso, le cui gesta sono state cantate addirittura dall'autorevole BBC, risponde al nome di Jill, tre anni, bianco e nero, soprannominato "lo sterminatore." Ora si attende solo il via libera del leader della Camera dei Comuni, Andrew Lansley: una soluzione che renderebbe la vita più semplice a chi lavora all'ombra del Big Ben, ma sempre "con grande attenzione al benessere di chi è allergico ai gatti", come ha aggiunto compunta la deputata Anne MacIntosh.