Anche i cinguettii sono pericolosi Twitter si scusa con le donne minacciate

Anche i cinguettii possono essere offensivi, se non addirittura pericolosi. Lo sa bene il direttore generale di Twitter in Gran Bretagna, Tony Wang, che ha dovuto presentare personalmente le proprie scuse alle donne che recentemente sono state vittime di insulti e minacce proprio sul social network, una vicenda di cui si è occupata la polizia britannica, e per non lasciare cadere la cosa ha annunciato misure per cercare di ridurre il numero di tweet offensivi. «Mi scuso personalmente con le donne che sono state insultate su Twitter e per quello che hanno sopportato», scrive Tony Wang. «Gli insulti di cui sono state vittime non sono accettabili. Non è accettabile in un mondo reale e non è accettabile su Twitter», ha aggiunto, secondo quanto riferisce la Bbc online. E ancora: «Possiamo fare di più e faremo di più per proteggere i nostri utenti da tali insulti. Questo è il nostro impegno». Proprio oggi, la rete ha annunciato misure per cercare di ridurre il numero di tweet offensivi. Le dichiarazioni di Wang arrivano subito dopo l'inchiesta aperta da Scotland Yard dopo le denunce presentate da 8 persone vittime di «molestie, comunicazioni maligne o minacce di morte». Tra queste, anche la deputata laburista Stella Creasy e la blogger Caroline Criado-Perez, che ha chiesto con successo di mettere il volto della scrittrice Jane Austen sulle banconote da 10 sterline. Entrambe sono state vittime di minacce di stupro via Twitter. Una petizione online chiede ora a Twitter di istituire il bottone anti abuso: già 60 mila le firme.

Commenti

Nadia Vouch

Dom, 04/08/2013 - 11:28

Sono d'accordo al 100%. Non è accettabile essere maltrattate e spesso minacciate da soggetti che si celano dietro pseudonimi, per il fatto di esprimere la propria libera opinione. Gli insulti e le volgarità colpiscono sia uomini che donne ma, esse, sono ancora più bersagliate. La cosa peggiore è che per evitare gli insulti, va a finire che una persona evita di scrivere i propri commenti. Quindi, c'è pure una limitazione di una libertà attraverso l'intimidazione.