Gli attentatori di Boston volevano colpire anche Ny

I due fratelli ceceni accusati dell’attentato alla maratona di Boston del 15 aprile avevano progettato di far esplodere bombe anche a Times Square

Tamerlan e Dzhokhar Tsarnaev, i due fratelli ceceni, accusati dell’attentato alla maratona di Boston del 15 aprile, avevano progettato di far esplodere bombe anche a Times Square a New York. Piazza teatro a sua volta di uno sventato attentato nel 2010 sempre con l’uso di un ordigno rudimentali realizzato con una pentola a pressione. È quanto hanno rivelato gli investigatori che indagano sull’attentato alla maratona.

Commenti

-cavecanem-

Gio, 25/04/2013 - 22:46

Eh figuriamoci, da Times Square poi sarebbero andati a DC fino alla casa bianca se non li avessero fermati in tempo...Ma per piacere.

paolonardi

Ven, 26/04/2013 - 06:05

Ma gli islamici, portatori di una diversa cultura, non erano tanto buoni? Bella favola da cui coloro che auspicano tutto ciò che crea caos

paolonardi

Ven, 26/04/2013 - 06:11

.....(continua) confusione, per poi ergersi come solutori dei problemi, non vogliono svegliarsi. E' poi falso che siano portatori di scoperte in campo sanitario, astronomico e matematico; sono stati solo meri trasportatori del sapere proveniente dall'antica Persia a cui non hanno aggiunto niente se non fanatismo religioso e violenza.

-cavecanem-

Ven, 26/04/2013 - 07:47

Eh certamente, questi sarebbero andati a seminare terrore in tutta America con pentole a pressione...vabbe'. La gente vuole vivere in pace e tranquillita', il governo questo lo sa bene, ed ecco che strumentalizzano questi terroristelli da quattro soldi. Intanto uno lo hanno fatto fuori, l'altro convenientemente sparato in gola...e alla fine se dira' qualcosa lo sapranno solo loro.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 26/04/2013 - 08:16

SEDIA ELETTRICA, SENZ'ALCUN INDUGIO