Autobomba a Beirut: almeno venti morti

L'attentato è stato rivendicato da un gruppo terroristico che combatte contro il movimento sciita Hezbollah

Una potente esplosione ha causato una strage nel sud di Beirut. Le vittime sarebbero almeno venti e i feriti alcuni decine. L'attentato è stato provocato da un'autobomba, secondo quanto hanno riportato fonti della sicurezza libanese. La carneficina è stata rivendicata da in gruppo islamico sunnita fino ad ora sconosciuto, le Brigate di Aisha. Il gruppo affermato che si è trattato di un'azione contro il movimento sciita Hezbollah e minacciando nuovi attacchi. ''E' la seconda volta che decidiamo il luogo della battaglia e il momento. E ne vedrete ancora, se Dio vuole'', ha detto un uomo mascherato con a fianco due uomini armati di fucili in un video indirizzato al leader di Hezbollah Sayyed Nasrallah.

Commenti

diegom13

Ven, 16/08/2013 - 08:28

Il leader degli Hezbollah è Sayyed Hassan Nasrallah, di solito si usa solo Hassan. Ma anche Sayyed è corretto.