Berlino, una pubblicità sfotte l'Nsa "Spiate le modelle, non la Merkel"

Un marchio di intimo dà un consiglio all'intelligence: un'occhiata alle curve è meglio che stare dietro al cancelliere

Se la rete di spionaggio creata dall'Nsa controlla i leader di mezzo mondo, compreso il cancelliere tedesco Angela Merkel, una pubblicità fatta realizzare a Berlino da un marchio di intimo femminile si prende gioco dell'intelligence americana, a cui consiglia - nel caso - di "spiare" altro.

Il manifesto della Blush Lingerie, pubblicato anche sulla pagina facebook del marchio, non lascia spazio a molti dubbi sul suo significato. Lo slogan, accanto al corpo di una modella, recita: "Cara NSA, non spiare Angela, piuttosto dai un'occhiata ad Angelique".

Insomma, invece che seguire gli intrallazzi della politica, una sbirciatina alle curve di una modella potrebbe essere una buona alternativa. Un concetto che il brand insinua anche con un altro slogan, altrettanto allusivo: "Nuove rivelazioni, nuovi affairs".

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Ven, 08/11/2013 - 13:03

E la dignità delle donne, come la mettiamo con la dignità delle donne ?

ro.di.mento

Ven, 08/11/2013 - 15:25

poveri tedeschi, li hanno presi per il c.... e non ci vogliono stare !

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 08/11/2013 - 15:28

Nello spasmodico tentativo......di far marketing su ogni motivo, iò consumo sostenere...il lavoro a trattenere.Le ricerche han evidenziato la certezza di un dato: culi tette in evidenza efficaci son piu' della sapienza: se le vendite vuoi aumentare non c'e quindi alternativa alla moral deriva.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 08/11/2013 - 17:41

Vorrei conoscere il genio che riesce a pubblicizzare biancheria intima femminile senza farla vedere indossata. L'agenzia che ha realizzato questa campagna è ironicamente geniale.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 08/11/2013 - 17:58

Loro avendo un presidente profrosci a queste cose non ci guardano.Preferiscono spiare.

Ritratto di Arbogaste

Arbogaste

Ven, 08/11/2013 - 19:33

se avessero fatto questa pubblicità in Italia i soliti, o meglio le solite benpensanti, avrebbero detto: 1. E' offensiva contro la Merkel 2. E' offensiva contre le donne 3. E' colpa di Berlusconi.