Boston, l'attentatore sarà processato in una corte civile

Dzhokhar Tsarnaev, il 19enne ceceno accusato della strage di Boston, ha ripreso conoscenza in ospedale ed è stato formalmente incriminato per "uso di armi di distruzione di massa"

Dzhokhar Tsarnaev, il giovane ceceno arrestato nella notte tra venerdì e sabato a Watertown (sobborgo di Boston), dopo 24 ore di caccia all’uomo e rimasto gravemente ferito in un conflitto a fuoco con gli agenti, ha ripreso coscienza. Le autorità americane hanno incriminato Dzhokhar direttamente in ospedale alla presenza di un magistrato. E' accusato di essere il responsabile, assieme al fratello maggiore Tamerlan, della strage avvenuta durante la maratona di Boston del 15 aprile, che ha causato tre vittime e almeno 180 feriti. Malgrado una ferita alla gola che gli impedisce di parlare, il 19enne ha cominciato a rispondere, per iscritto, alle domande degli inquirenti. Secondo quanto riferisce la Abc Tsarnaev risponde sporadicamente; gli agenti cercano di tirargli fuori informazioni su eventuali complici o bombe non esplose.

Dzhokhar non sarà considerato come un "combattente nemico", ma sarà affidato al regolare sistema giudiziario americano. L'ha annunciato il portavoce ufficiale della Casa Bianca Jay Carney nel corso di una conferenza stampa a Washington. Ricordando che in passato anche altri terroristi sono stati giudicati nei tribunali federali, Carney ha aggiunto: "Il nostro sistema ha ripetutamente dimostrato che può gestire con successo la minaccia che stiamo continuando ad affrontare". Il portavoce della Casa Bianca ha poi sottolineato che Tsarnaev è un cittadino americano dallo scorso settembre, e pertanto non può essere giudicato da una commissione militare. Dzhokhar è stato incriminato per "uso di armi di distruzione di massa". Lo ha reso noto il ministero della giustizia, secondo cui le accuse autorizzano anche alla pena di morte.

Caccia alla cellula dormiente di terroristi

L’Fbi starebbe dando la caccia a una cellula dormiente che potrebbe essere legata agli attentatori di Boston. Più di mille agenti - secondo quanto riferisce oggi il Mirror - si sarebbero messi sulle tracce di questa cellula: un uomo e due donne sarebbero stati arrestati poche ore prima della drammatica cattura del 19enne Dzhokhar. Una fonte vicina all’inchiesta ha spiegato: "Non abbiamo dubbi sul fatto che i due fratelli non hanno agito da soli. I congegni utilizzati per fare esplodere le due bombe erano molto sofisticati, non come quelli che si trovano su Google". Secondo la stessa fonte, inoltre, i due fratelli Tsarnaev "erano altamente addestrati. Qualcuno ha fornito loro tutte le capacità necessarie e, adesso, il nostro lavoro è quello di trovare chi è stato". Gli agenti pensano che "la cellula dormiente sia composta da almeno dodici membri e che abbia aspettato diversi anni il suo momento", ha aggiunto la fonte citata dal Mirror.

Dzhokhar ha investito il fratello

Sarebbe stato Dzhokhar a uccidere il fratello maggiore. L'ha raccontato in un’intervista al Boston Globe Ed Deveau, capo della polizia di Watertown. Tamerlan è morto giovedì sera durante una sparatoria con sei agenti che avevano intercettato i due sospettati. A detta di Deveau, a ucciderlo non sono stati i proiettili, forse in tutto addirittura 300, esplosi nello scontro a fuoco, ma il Suv rubato guidato dal fratello che l'ha investito mentre stava per essere catturato.

Lo scontro a fuoco e la fuga del più giovane

Stando alla nuova ricostruzione fornita dalla polizia, gli agenti individuarono i fratelli in fuga a bordo di due vetture: il più giovane guidava un Suv, l’altro una berlina. Vistisi raggiunti, all’improvviso sono scesi e hanno cominciato a sparare, scagliando contro gli agenti anche cinque granate, tre delle quali sono esplose, e un oggetto simile a una pentola a pressione che ha provocato una violenta deflagrazione. "Riteniamo si trattasse di una copia esatta degli ordigni utilizzati durante la maratona", ha spiegato Deveau al giornale. In seguito è stato recuperato il coperchio della pentola-bomba. Nel frattempo però Tamerlan era rimasto senza munizioni: a quel punto i poliziotti gli si sono lanciati contro e quando lo stavano ammanettando è ricomparso Dzhokhar al volante del Suv, che si è lanciato contro di loro. Gli agenti per un soffio sono riusciti a scansarsi, Tamerlan non vi è riuscito ed è stato investito in pieno dal Suv che lo ha schiacciato e trascinato per qualche metro. Poi Dzhokhar si è allontanato, abbandonando la vettura in un vicolo non lontano e proseguendo la sua fuga a piedi.

Il padre dei due ceceni: volevano tornare in Russia

Intanto Anzor Tsarnaev, padre dei due ceceni, insiste sull’innocenza dei figli, definandoli bravi musulmani e raccontando che avrebbero voluto fare ritorno in Russia. Tamerlan, il più grande dei due, "è venuto in Russia a gennaio (2012) e non voleva più ripartire. Avrebbe voluto rimanere con la sua famiglia", ha raccontato l'uomo in un’intervista al quotidiano Komsomolskaïa Pravda. "È vero che Tamerlan è diventato molto religioso dopo il matrimonio e che andava alla moschea tutti i venerdì. Ma era soltanto un buon musulmano e non avrebbe potuto fare ciò di cui è accusato". Il figlio minore, Dzhokhar, aveva "grandi progetti", voleva "diventare medico, aprire un suo studio", ha raccontato Anzor. "Mi diceva: papà, non preoccuparti, voglio finire i miei studi e venire da voi e aiutarvi. E adesso, si parla di bombe e attentati. Com’è possibile?". Poi ha insistito definendo le accuse mosse contro i suoi figli "uno show hollywoodiano".

Commenti

maxaureli

Lun, 22/04/2013 - 13:28

La colpa non e' solo delle "armi facili", video giochi e psycofarmaci, ora anche le pentole a pressione sono un grosso problema negli States!!

giuliana

Lun, 22/04/2013 - 13:40

Un buon musulmano uccide in nome di allah, questo il padre dovrebbe saperlo; i suoi figli erano entrambi buoni musulmani. I tonti siamo noi che tolleriamo il lavaggio dei cervelli che avviene tramite il corano e lo chiamiamo ipoocritamente "libertà religiosa" invece di "licenza di uccidere"

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Lun, 22/04/2013 - 13:41

cosa diranno adesso i buonisti che negano e NON vogliono ammettere che l'islam e' odio perenne contro noi infedeli? Tolleranza , amore, comprensione....: ebbene il risultato e' questo, e purtroppo e' una realta' nel 99.9 % dei casi. Chi vuole capire di piu' legga il corano , ma attenzione a chi lo ha tradotto.....

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 22/04/2013 - 15:02

"uno show hollywoodiano". Ecco il canovaccio su cui si imbastirà la teoria complottista. A*spettiamoci il ciccione dhimmi con un nuovo film a dimostrare che i due ceceni sono vittime degli americansionisti.

Ritratto di sgt.slaughter

sgt.slaughter

Lun, 22/04/2013 - 15:11

Giuliana ti straquoto. La guerra è in atto eppure Obama non ha avuto neanche il pudore di nominare il terrorismo islamico. E poi i Gino Strada, le Sgrena, le Boldrini e tutto il letamaio di sinistra che difende questa gentaglia.....spero tanto che un islamico prima o poi metta una bomba sotto il loro culo o quello di un loro caro. Sarei curioso di sentire i loro "illuminati" commenti in proposito. Forse avrebbero anche la spudoratezza di dire che "ce lo meritiamo".

maxaureli

Lun, 22/04/2013 - 15:26

Non fu un inglese a dire che l'esperimento multi-etnico e' fallito?? ... Comunque mettiamo al bando le pentole a pressione!!

-cavecanem-

Lun, 22/04/2013 - 15:49

Mario Galaverna non mi reputo ne un complottista ne un filo islamista, ma te sei davvero ignorante. Negare che nella storia Americana non ci siano stati mai complotti, vuole dire essere propio ingenui. Ma a volte e' meglio vivere nell'ignoranza, continua a leggere topolino che e' meglio.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Lun, 22/04/2013 - 16:20

In Italia sarebbero già sotto processo i poliziotti!

maxaureli

Lun, 22/04/2013 - 16:22

Hei Mario Galaverna... http://www.disclose.tv/action/viewvideo/134543/Eyewitness__Boston_Suspect_was_run_over_by_police_SUV__no_bombs/?aid=Drdil

Ritratto di chris_7

chris_7

Lun, 22/04/2013 - 16:27

molto probabile Lucianoch, ma, in più avremmo dovuto risarcire i terroristi perchè uno è morto

External

Lun, 22/04/2013 - 16:56

Attenti, che tra un po' arriveranno in massa i difensori dei terroristi con la storiella che l'America li ha addestrati per contrastare la Russia. E quindi la colpa è del colpito.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 22/04/2013 - 17:00

CVD. Cavecamen, Dove ho negato che nella storia americana non vi siano stati mai complotti? Io affermo che per i complottisti OGNI AZIONE DEGLI YAKEE è un complotto. E ciò che scrivi testimonia che sei un complottista filoislamista perchè l'ipotesi del cpmplotto a prescindere discolpa sempre l'Islam dipinto come soggetto innocente vittima di inesistenti fobie. Ma consolati, ti fa compagnia l'Obama stesso.

-cavecanem-

Lun, 22/04/2013 - 17:13

Chris-7, noi i nostri terroristi li facevamo scappare in Francia. Poi ce la prendevamo con i Francesi perche' li proteggevano. Come se poi alla Francia fregasse niente di proteggerli ammenoche' non l'avessimo chiesto noi in primo luogo. Invece in America, i terroristi "fatti in casa" che diventano scomodi, preferiscono farli fuori, cosi' non parlano.

-cavecanem-

Lun, 22/04/2013 - 17:22

Mario Galaverna. Basta studiare la storia per capire che un buon cittadino deve sempre dubitare. Solo i fessi inghiottono quello che i governi vogliono. Dopo quello che hanno fatto a Kennedy non mi stupirei di niente; che vorrebbe dire che sono anche filo svoietico, ma fammi il piacere.

Silvio B Parodi

Lun, 22/04/2013 - 17:45

cavacanmen torna nelle cave ovvero nelle fogne, certo e' colpa degli americani,???? sempre e solo degli americani??? poverini gli islamici ma come vengono maltrattatiquasi quasi mi auguro che vadano al potere anche in Italia, vediamo se sarai contento.

Silvio B Parodi

Lun, 22/04/2013 - 17:52

i ceceni sono stati aiutati dagli americani contro i russi che li hanno decimati...l'america li ha accolti fatti studiare curati e coccolati, e loro che fanno?? uccidono gli americani si rivoltsno contro chi li ha difesi.. sapete che significa????significa che i mussulmani odiano l'occidente, loro ci odiano... capito! vogliono la distruzzione del nostro sistema vogliono la sharja, con qualsiasi mezzo, questa gente non va aiutata va eliminata dai nostri paesi!!!LA VOLETE CAPIRE OH NO?????

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 22/04/2013 - 18:09

Cavecanem, come no. Tu dubita sempre. Dubita pure della storia dell'Islam, dubita anche dei versetti coranici. Dubita anche, in primis, della tua intelligenza visto che del sempiterno complotto americansionista ne fai l'unica certezza. Disgraziatamente per te, la jihad coranica è un DOGMA CERTO, scritto nero su bianco come pure i morti conseguenti.

-cavecanem-

Lun, 22/04/2013 - 18:12

Silvio Parodi, calmati e non sporcarti le mutande. Non ho detto che e' colpa degli Americani, ma credo sia probabile sia colpa del loro governo stesso per ragioni ancora da verificare. Cosi' come Kennedy fu fatto fuori da un lavoro interno, e non dai Russi. Non vuol dire che son filo Russo o filo Islamico.

malinconico

Lun, 22/04/2013 - 19:43

Cavecanem, Fidel, il caro leader koreano, Pravda99, arjemaidin e io abbiamo fatto una conferenza skype e secondo noi e' apparente. La Cia ha addestrato i ceceni con la complicta' di Berlusconi cosi' che adesso hanno la scusa. Possono invadere la cecenia e prendere anche li' tutto il petrolio e le cecene (belle) tra i 17 e i 25 anni! NON CAPITE UNA MAZZA! Decelebrati!

MMARTILA

Lun, 22/04/2013 - 20:09

Rischia? E' pressoché certa...in fondo gli conviene, fossi in lui non vorrei vivere tutta la vita in un carcere americano dopo quello che ha fatto...sarebbe un inferno...a luci rosse!

Silviovimangiatutti

Lun, 22/04/2013 - 21:27

Questo ragazzo è la prova vivente che al raggiungimento del 18° anno d'età non c'è spesso alcuna capacità di intendere e di volere, figuriamoci se c'è la "maturità". Totalmente plagiato dal fratello maggiore.

-cavecanem-

Lun, 22/04/2013 - 21:44

Malinconico il tuo nome utente ti si addice, anche perche' a leggerti sei una tristezza. Anche se per errore ne hai azzecata una..infatti la CIA addestra i ribelli Ceceni contro la russia, cosi' come provvede per le risorse dei ribelli in Siria. Ma tu che fai lo spiritoso dietro la tastiera, ti rendi conto che le tue battute sono su te stesso.

malinconico

Mar, 23/04/2013 - 17:34

-cavecanem- continua che sei uno spasso!

plares

Mar, 23/04/2013 - 19:17

Ah, serve fare il processo??