Cantare nel traffico per combattere lo stress, arriva il taxi karaoke

Esperimento dell'azienda Easy Taxi, applicazione leader nel mondo, avviato a Santiago del Cile. Il viaggio è gratuito

Non sono stati registrati incidenti, né crisi di nervi. Per ora. Ma sono passati cinque giorni. I pionieri sono quindici tassisti di Santiago del Cile sponsorizzati da Easy Taxi, un'applicazione che sta diventando un colosso mondiale del trasporto privato: ventisette Paesi e ottanta città coperte dal servizio. Anche l'Italia è stata raggiunta. La promozione dell'applicazione è capillare: Twitter, Facebook, lanci di offerte sempre nuove come "un mese di cinema gratis" per i clienti. I conducenti cavia da qualche giorno lavorano in una situazione molto particolare: per tutto il tragitto hanno passeggeri che gli cantano nelle orecchie intonando, o stonando al microfono, canzoni scelte da un karaoke mobile. Se il passeggero riesce a cantare dall'inizio alla fine, non paga nulla all'arrivo. Viaggio gratis. Entro una settimana, i taxi con il karaoke a Santiago diventeranno cento. Esperimenti simili sono in via di lancio a Dallas, a Dublino e in California.

La scelta delle canzoni spetta al passeggero. Per il momento si può variare all'interno di una hit di ottanta titoli, che vanno dal pop al rock al jazz, per i più esperti. Il tassista si può unire naturalmente al coro, a patto di mantenere vigile l'attenzione alla strada. L'iniziativa e' una promozione dell'applicazione Easy taxi, il servizio di chiamata del taxi più vicino via smartphone, ma ha alle spalle un progetto filantropico. Il sistema è stato infatti creato dagli studenti del secondo anno della facoltà di Ingegneria commerciale dell'Università di Finis Terrae, all'interno del corso di studi Creatività 2.0. Easy Taxi da parte sua aiuterà economicamente gli studenti di valore ma con scarse risorse economiche nel proseguire i loro studi.

I taxi karaoke sperimentali sono forniti di un i-pad e di un microfono. I passeggeri cantano i testi sul tablet mentre le note della canzone scelta invadono l'abitacolo. Secondo la compagnia, questo è un modo per combattere lo stress del traffico delle grandi metropoli e per migliorare il rapporto tra conducente e cliente. Easy Taxi Cile gestisce una pagina Twitter dove sono già postati i primi viaggi "musicali". L'idea è quella di estendere l'esperimento anche ad alcune città europee. A Roma c'è un tassista che ha avviato lo stesso progetto, ma da solo. Fa pagare a fine corsa, ma pare che salire sul suo Duca 40 sia un vero piacere per tutti. Manuele della Seta, questo il nome del tassista romano quarantanovenne, alias Duca 40, fa cantare con il karaoke i suoi passeggeri e pubblica su youtube i video meglio riusciti sul suo cantataxi.