Caso Shalabayeva, tensione alta tra Italia e il Kazakistan

Il ministro degli Esteri sull’ambasciatore kazako: ha avuto un comportamento "inaccettabile". Interpol: "Il passaporto di Alma è falso". Astana: se torna in Italia rischia 4 anni

Emma Bonino interviene alla Commissione Esteri di Camera e Senato sul caso Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Ablyazov espulsa dall'Italia all'inizio di giugno. La Farnesina, puntualizza il ministro degli Esteri, ha svolto una "continua e scrupolosa attività" attraverso i suoi uffici "chiamati a gestire ex post le conseguenze di un caso per il quale abbiamo finora, giustamente, dibattuto sulla dinamica ex ante". "È una vicenda di grande delicatezza, sulla quale si impone la massima chiarezza: una vicenda che tocca aspetti di grandissima rilevanza per il nostro Paese e per i suoi valori fondamentali". La Bonino ha confermato che sin dal 3 giugno la Farnesina è stata protagonista di "interventi continui ed incessanti e continueranno in questa direzione fino a quando sarà necessario". Il ministro ha aggiunto che visto che "si agisce da governo a governo si si deve evitare almeno in questa prima fase che una serie di azioni e reazioni molto probabili indebolisca la nostra struttura diplomatica ad Astana".

La Farnesina ha preso conoscenza solo l’8 luglio delle "intrusioni kazake" nella deportazione in patria di Alma Shalabayeva e la figlia Alua. "È solo con il rapporto Pansa (capo della polizia, ndr) - ha detto la Bonino - che si è avuta certezza dell’inaccettabile comportamento" dell’ambasciatore kazako Andrian Yemelesson, ha spiegato il capo della diplomazia italiana ai parlamentari della Commissione diritti umani. Pur sottolineando che "si agisce da governo a governo e dunque va evitata una serie di azioni e reazioni che possano indebolire la nostra struttura diplomatica ad Asta", la Bonino ha voluto aggiungere: "Ritengo evidente che la qualità dei nostri rapporti dipenderà dalla disponibilità di Astana a scendere sul terreno dei diritti civili" e da ciò dipenderà "il modo in cui valuteremo le misure da adottare nei confronti dell’ambasciatore".

Il vice premier kazako, Yerbol Orynbayev, ha replicato così alla Bonino: "Quello che ha detto il ministro è il suo punto di vista, vediamo se c'è una decisione ufficiale e poi reagiremo, per il momento non è il caso di commentare queste parole". Parole che testimoniano l'alta tensione tra Roma e Astana.

Per l'Interpol il passaporto era falso

"L’Ufficio Interpol del Centroafrica nell’ambito delle attività investigative svolte dalla questura di Roma ha riferito che il passaporto esibito dalla signora Alma Shalabayeva, emesso dalla Repubblica Centrafricana, risulta falsificato". Il dipartimento della pubblica sicurezza replica così al ministro della Giustizia della Repubblica Centrafricana che in un’intervista rivendica la regolarità del documento esibito dalla moglie del dissidente kazako."Nei due passaporti intestati alla signora Alma - spiega il dipartimento - uno rilasciato dal Kazakistan e l’altro dalla Repubblica Centrafricana, quindi due Paesi di origine diversa, risultano due luoghi di nascita differenti e in più quello indicato nel passaporto della Repubblica Centrafricana risulta addirittura inesistente".

Astana: può rientrare in Italia, ma rischia 4 anni

Il vice primo ministro kazako Yerbol Orynbayev in conferenza stampa a Bruxelles ha detto che il Kazakistan non avrebbe problemi a reinviare la Shalabayeva in Italia, purché ci siano delle garanzie di poter interrogare la donna in futuro, ma ha anche allo stesso tempo sollevato la questione che la donna rischia quattro anni di carcere in Italia a causa dell’uso di un passaporto falso. Della questione si discusso oggi durante un Consiglio di cooperazione tra Ue e Kazakistan a Bruxelles.

 

 

 

Commenti
Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 24/07/2013 - 16:47

***Pompa qua pompa là...e la carriera fu assicurata. Ma l'ignoranza è diventata ormai una referenza? Perché il suo cervello non se la da a gambe. Dov'è questa fuga di cervelli? Allora a noi ci lasciano il peggio, lo scarto?*

Soldato

Mer, 24/07/2013 - 16:50

Benissimo! Libia, India (inchiesta tangenti, non maro,intendiamoci)ora Kazakistan,roviniamoci tutti i mercati!!

mauroge

Mer, 24/07/2013 - 17:01

Gli italiani se ne fregano della ragazzotta kazaka forse si e forse no corrotta. E' tutto uno stupido gioco politico. Pensiamo ai nostri interessi di ITALIANI. abbiamo già i nostri guai ROM, superprotetti e remunerati (come si fa ad avere la cittadinanza ROM, polacca o meno?)e congolesi- Pensiamo a gas, petrolio e commerci.

Pazz84

Mer, 24/07/2013 - 17:01

provate a cercare su google "Kazakistan, il massacro che nessuno racconta" per capire di chi stiamo parlando. Per fortuna che c'è il Giornale a difendere questa gente...

swiller

Mer, 24/07/2013 - 17:01

REAGIREMO...... che fa dichiara guerra al Kazakistan.

scipione

Mer, 24/07/2013 - 17:07

Non ho capito " i punti oscuri" da chiarire di cui parla la Bonino.A mio modesto parere,la questione e' chiara : La donna ,moglie del dissidente furfante ricercato dall'interpol,aveva un passaporto FALSO,NON ha mai chiesto asilo politico neanche quando e' stata imbarcata sull'aereo NE' ha detto che aveva l'asilo politico inglese valido per tutta l'Europa...in sostanza era una CLANDESTINA con DOCUMENTI FALSI e quindi,secondo me e' stato perfettamente LEGITTIMO ESPELLERLA dal nostro Paese e quindi non capisco tutto questo can can dei cosiddetti difensori dei diritti civili del cavolo.Se qualcuno sa di punti oscuri,gli sarei grato se me li illustrasse.Grazie.

piertrim

Mer, 24/07/2013 - 17:20

Passaporti falsi, dissidenza politica all'estero, truffe e truffatori. Ma, con i problemi che abbiamo in Italia, di cosa ci impicciamo? Basta con queste menate.

Pazz84

Mer, 24/07/2013 - 17:24

@scipione lei ha mai visto altri espatri lampo con questi tempi e con militari e aerei privati?!? Manco fossero dei terroristi... Per lei magari è più facile credere alla balla preconfezionata

Raoul Pontalti

Mer, 24/07/2013 - 17:27

Non facciamo confusione tra passaporti falsi e passaporti falsificati per favore! Un passaporto falso è tale ab origine e può essere anche autentico (ossia emesso da chi ne ha l'autorità e lo sottoscrive e lo riconosce) con contenuto falso per varie ragioni (anche gli 007 usano fior di documenti falsi...). Un passaporto è falsificato quando reca modifiche avvenute dopo la sua emissione e da parte di chi non poteva modificarlo, anche se par avventura la modifica ripristinasse...il vero! Secondo quanto riportato da varie fonti il passaporto fu riconosciuto autentico dalle autorità del paese emittente (tra cui un ministro). Curiosa la preoccupazione kazakha per le sanzioni penali cui incorrerebbe in Italia la Shalabayeva, posto che in realtà la signora non sarà mai condannata in quanto può invocare precise ed obiettive cause di giustificazione per l'uso di quel passaporto falso (ma autentico!) e anche se risultasse falsificato.

linoalo1

Mer, 24/07/2013 - 17:31

La Bonino,perchè non va in pensione?Lino.

Ettore41

Mer, 24/07/2013 - 17:38

Ok supponiamo pure che ce la rimandino indietro noi cosa facciamo, la mettiamo in galera per esibizione di passaporto falso? Non succedera' mai. Meglio che rimanga in Kazakistan e smettiamola di spendere tempo e denaro pubblico. Se poi alla Bonino interessa avere la donna, moglie di un dissidente di un governo riconosciuto da quello italiano rimetta il caso alla Corte Europea pagando pero' con i propri soldi.

Gero53

Mer, 24/07/2013 - 17:47

Porta a casa i MARO' che non hanno fatto niente a confronto di gueste che avevano i passaporti falsi.

Raoul Pontalti

Mer, 24/07/2013 - 17:56

per scipione: la signora ha mostrato quello che aveva al momento a disposizione per evitare di essere riconosciuta da chi aveva fatto irruzione in casa IN BORGHESE. Alma Shalabayeva girava con un passaporto falso (l'interpol centrafricana è più scema di quei funzionari italiani che fanno le tartarughe sul lavoro per tutta la vita e si scoprono levrieri quando avrebbero dovuto andare ancora più piano e soprattutto indagare prima di espellere: era tutto un falso quel passaporto per ovvie ragioni, chissenefrega del luogo di nascita inesistente e della data errata quando il nome stesso era falso) per ragioni di sicurezza e lo ha mostrato a quelli che per lei potevano essere emissari dei nemici di suo marito essendosi presentat in borghese. Questa triste vicenda dimostra come noi stiamo pagando dipendenti pubblici al servizio di tutti (stranieri, corruttori, etc.) ma non del popolo italiano. Alfano ha promesso pulizia. Staremo a vedere.

scipione

Mer, 24/07/2013 - 17:58

Pazz84,ti ho risposto su un altro argomento,a proposito della legge dello scambio di voti,che tale legge l'ha VOLUTA il PD che ora su imput di certi pm ( rossi ) si allinea e vuole cambiarla.Quindi il PDL non c'entra niente,l'aveva votata e ora assiste divertito alla pantomima ridicola del PD.Quindi ora il problema e' del PD ( come giustamente dice Nitto Palma ).Quindi il BALUARDO ALLA CRIMINALITA' ,spero che tu capisca almeno questo, e' rappresntato da chi ha voluto questa legge.Quanto alla questione Kaza,non mi hai chiarito i punti oscuri.Ma che fai,ti lamenti che finalmente qualcosa funzionA bene in Italia e le espulsioni dei clandestini falsari,siano effettuate secondo le regole ,con l'assenso e l'intervento della polizia ITALIANA,dell'uffico immigrazione ITALIANA e di ben quattro magistrati ITALIANI? Leggi meglio,studia un po' di piu' e cosi' eviterai di dire continue cazzate.PACE E BENE.

Giangi2

Mer, 24/07/2013 - 18:01

Italiani........ Strenui difensori dei diritti civili, altrui ovviamente, siamo i salvatori del mondo. Mi sento orgoglioso di essere italiano.

Raoul Pontalti

Mer, 24/07/2013 - 18:04

Ettore41 hai capito proprio tutto! Sarà l'esatto contrario: gli avvocati della Shalabayeva potranno portare l'Italia dinanzi alla Corte europea dei diritti umani e chiederne la condanna e un risarcimento per la propria assistita. L'Italia per colpa di gente fancazzista per tutto l'anno che lascia che i delinquenti facciano quello che vogliono e che poi si muove (male) dopo la sveglia dei Kazakhi per deportare una donna che ha la protezione europea (valida anche per l'Italia) ora rischia, oltre alla figuraccia mondiale, anche una reprimenda della Corte di Strasburgo.

scipione

Mer, 24/07/2013 - 18:05

L'Interpol afferma che il PASSAPORTO E' FALSO.Ma c'e' qualcuno che ci mette in guardia ( sara' un superesperto che ne sa piu' dell'interpol)dal confondere passaporti FALSI da passaporti FALSIFICATI.Comunque quello della Kazaka e' dichiaratamente FALSO.PUNTO.

Giangi2

Mer, 24/07/2013 - 18:06

Italiani........ Strenui difensori dei diritti civili, altrui ovviamente, siamo i salvatori del mondo. Mi sento orgoglioso di essere italiano.

Giangi2

Mer, 24/07/2013 - 18:13

Di cazzi nostri ne abbiamo che non sappiamo a chi dare i resto, dobbiamo complicar ci la vita pure con le cose che non ci riguardano. Ma scusi Bonino quella aveva i passaporti falsificati e non aveva chiesto asilo politico, cosa avrebbero dovuto fare le nostre autorità? Pregarla di rimanere qui oggtendoi asilo politico che non aveva mai chiesto ne qui ne in Inghilterra. No non capisco proprio.

petra

Mer, 24/07/2013 - 18:17

Rischia 4 anni di carcere. Ma va là. I Kazaki non conoscono l'Italia. Quando stai da una certa parte sei in una botte di ferro. Tutte le scuse saranno buone per dimostrare che lei aveva mille buone ragioni per falsificare il passaporto. Mai pensare che era in incognito in Italia per coprire il marito truffatore. Nooooooo. Mai.

Holmert

Mer, 24/07/2013 - 18:22

La Bonino ed il governo italiano, invece di stare a pensare sempre agli altri ed a cose non di primaria importanza, come i clandestini che si nascondono nelle ville di Casalpalocco, pensi piuttosto ai nostri marò, che stanno marcendo in India da quasi due anni e non si vede via d'uscita. Questa è la realtà. Dopo le tante czzate, ci manca solo far inczzare il governo kazako, dove l'ENI ha interessi enormi e dove ha fatto notevoli investimenti per l'estrazione di gas e petrolio. La Bonino poi, chi l'ha chiamata al governo? Il suo partito è più scheletrico di quello della Boldrini, che titolo ha per rappresentare la nazione? Lo 0,4% dell'elettorato o giù di lì. Noi siamo governati da dei masochisti e nello stesso tempo da sadici. Ora il grande problema dell'Italia è la kazaka che era entrata in Italia con passaporti fasulli e sotto falso nome e con un marito che si porta dietro un ordine di arresto da parte del tribunale inglese ,per avere rubato ingenti quantità di danaro come ex banchiere. Insomma stiamo difendendo il marcio. Ed i nostri marò. Possono attendere, rischiando anche la fucilazione o l'ergastolo. Carne da macello. Nel frattempo la crisi avanza a grandi passi sino alla tragedia finale. Bonino chi?

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:22

basta parlare e preoccuparsi di questa signora arrivata con passaporto falso ! Se l'hanno espulsa hanno fatto benissimo, non bene. Dovrebbero mandare a casa loro tutti i clandestini e gli irregolari. Non siamo il paese del Bengodi. Siamo stufi di mantenere cialtroni e fannulloni !

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:22

basta parlare e preoccuparsi di questa signora arrivata con passaporto falso ! Se l'hanno espulsa hanno fatto benissimo, non bene. Dovrebbero mandare a casa loro tutti i clandestini e gli irregolari. Non siamo il paese del Bengodi. Siamo stufi di mantenere cialtroni e fannulloni !

Dario40

Mer, 24/07/2013 - 18:25

cara Bonino, pensi piuttosto a riportare a casa i nostri marò !

petra

Mer, 24/07/2013 - 18:26

Ah Bonino, Bonino, potevi essere meno diplomatica di così? "La Farnesina sta cercando soluzioni che non indeboliscano la posizione italiana in Kazakistan e che non diano adito a rappresaglie da parte del governo Nazarbayev". Lo ha detto a Bruxelles ufficialmente. (Gli ha dato dei ricattatori). Nella sua posizione, non si fa. Inadeguata.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 24/07/2013 - 18:28

scassa 23/7/2013 Ore 17 Possibile che non esista un solo politico che abbia il coraggio unito a onesta' intellettuale tale da ricordare a tutta la nazione,che esistono anche i nostri Maro'? Ii fin dei conti lo pseudo dissidente con famiglia non mi sembra proprio uno stinco di santo ,almeno a detta della Farnesina . Intanto questo signore sembra essere dissidente anche dalla sua famiglia ,al contrario delle due dei Maro' . Sarebbe ora che si ritrovasse ,al di la' di false ideologie di comodo ,un po' di Italica dignità !!!!!!!!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 24/07/2013 - 18:35

Soldato non so lei per non rovinarsi i "suoi" mercati fino a quanto si mette a 90 gradi..comunque stia tranquillo..questo stato di mentecatti..si mettera a 90 gradi anche sta volta...proprio per la difesa dei mercati di cui parla...(vende pure i suoi "soldati"quindi inizi a preoccuparsi pure lei)..questo stato di infami e mentecatti si cala le braghe pure con San Marino..non si preoccupi dei "mercati"...

Mario-64

Mer, 24/07/2013 - 18:40

Emma lascia perdere ,ormai la fritatta e' fatta ,far la voce grossa adesso si rischia solo di peggiorare le cose. Teniamoci il petrolio e i giacimenti ENI ,questi possono essere ancora peggio degli indiani quanto a mafia e intrallazzi.

scipione

Mer, 24/07/2013 - 18:44

raoul Pontalti,dici cose astruse che mi fanno rabbrividire,: l'interpol africana e' piu' SCEMA dei funzionari italiani...era tutto un FALSO quel passaporto,luogo di nascita inesistente,,data errata...."PER RAGIONI DI SICUREZZA".Che fai ,caro Raoul,tu affermi che chiunque ,PER RAGIONI DI SICUREZZA ( RITENUTE TALI DA QUALSIASI CRIMINALE O FURFANTE ITALIANO O STRANIERO ) abbia il diritto di andare in giro nel NOSTRO PAESE con documenti FALSI e dimorare a suo piacimento da CLANDESTINO?Ed ha mostrato i documenti FALSI a quelli che potevano essere dei NEMICI di suo marito?Mi spiace Raoul,o e' scema lei o pensava di prendere per il culo la polizia italiana.Ti ricordo infine( credo che i nostri dipendenti pubblici,polizia,ufficio immigrazione e quattro giudici non siano al sevizio di nessuno straniero o corruttore)che l'operazione e' scattata perche' si aveva notizia che in quella casa ci fosse il marito della donna,dissidente si' ma anche malfattore internazionale ricercato dall'interpol.Convengo che e' un caso complesso,ma non credo che l'Italia sia al sevizio di potenze straniere e non lo sia stato neanche in questo caso .Ti saluto.

petra

Mer, 24/07/2013 - 19:00

Raoul Pontalti. La signora è indagata dalla procura di Roma per falsificazione di documenti. Non ha mostrato altro da quando è in territorio italiano. Solo falsità. E noi dovremmo preoccuparci di scoprire chi è lei, quando lei stessa ha sempre nascosto la sua vera identità. Ma svegliamoci un attimo e pensiamo di piu' a difendere noi stessi e il nostro Stato da simili filibustieri che giocano con noi e la nostra (troppa) buona fede.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 24/07/2013 - 19:03

Di questa tipa ambigua non ce ne può fregare più di tanto. L'importante è non dare seguito a quelle coglionate che la sinistra pretende visto la dipendenza energetica.

Aleramo

Mer, 24/07/2013 - 19:06

La moglie del ricercato dall'Interpol aveva un passaporto falso, anzi due, e non ha mai chiesto asilo politico nel nostro Paese. Davvero non si capisce perché tutto questo can can, manco fosse Solgenitzin redivivo in versione femminile.

petra

Mer, 24/07/2013 - 19:12

Ma quali 90 gradi. E' nostro interesse lasciare la clandestina, imbrogliona, falsificatrice di documenti là dove si trova. Non riprenderla in Italia dietro cauzione (con i nostri soldi). Quello sì che sarebbe piegarsi. Come si evince, i kazaki, non smaniano dalla voglia di tenersela, anzi. La nostra dignità ci impone di non sottostare alle loro imposizioni. Quello sarebbe sì che sarebbe degradante per noi.

BeppeZak

Mer, 24/07/2013 - 19:12

Più che un dissidente mi sembra sia ovvio che è un delinquente, colpito da diversi mandati di cattura. Indipendentemente dal fatto che è stato un errore espatriare moglie e figlia ma che pretende di fare la Bonino con il Kazakistan? La voce grossa? Forse non si è ancora resa conto dei due militari prigionieri in India ( tra poco li daranno il diritto di cittadinanza) e lei che fa? Indice una conferenza in cui ci viene a dire che probabilmente a Natale, bisogna riconoscere che non ha detto l'anno rientreranno in Italia. Qui siamo alle comiche. Peccato che c'è da piangere

David Gandin

Mer, 24/07/2013 - 21:05

Grazie agli insulti alla moglie del presidente azero da parte del Foglio nel 2011 abbiamo perso opportunità commerciali notevoli, poi la Libia con le tangenti ENI, l'India con le tangenti Finmeccanica. Ors il Kazakhstan. Certo che l'Italia è il peggior nemico di se stesso!

Charles buk

Mer, 24/07/2013 - 21:07

Tiriamo su le braghe, ogni tanto

ptck135

Mer, 24/07/2013 - 22:19

Fortuna che non è diventata Presidente della Repubblica! Da quando è Ministro non fa altro che fare la maestrina della classe chiamata Governo. Immaginatela al discorso di capodanno...

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Gio, 25/07/2013 - 04:49

Non capisco , ma da un po di tempo da quando vedo la ministra bonino, mi sento kazako

CALISESI MAURO

Gio, 25/07/2013 - 05:50

pazz84: ho vissuto e lavorato 10 anni in Kazhakstan, non ho visto e sentito niente di tutto questo. Da dove riceve le sue informazioni? Secondo tenetevi stretto quel po di gas e olio piu relativo commercio con quel paese, non avete voluto il nucleare adessso rischiate pure sul gas, il che vuol dire tutti a casa a pane raffermo e acqua. La signora ha una storia molto strana e non per niente e' venuta in italia, paese dei pulcinella. Hanno fatto bene a rimandarla a casa, visto tale marito.

elio2

Gio, 25/07/2013 - 08:04

Eh già, lei è abituata a essere contornata da altri parassiti e lecchini par suo che gli danno sempre ragione, per la sua scuola ideologica, è inaccettabile che un ambasciatore di un Paese estero si permetta di non convalidare le sue cervellotiche scuse. Dimettiti e vai a casa a fare la calza, incapace e incompetente parassita di Stato,...... e per i nostri marò cosa stai facendo? aspetti l'intervento di Babbo Natale immagino.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 25/07/2013 - 16:50

La Bonino ha individuato il metodo più sicuro per restare senza gas quest'inverno. #Raoul Rompalti: tutto chiaro,ora. Anche il numero dei cubetti di ghiaccio da mettere nella classica bottiglia di gomma per alleviare la cefalea da spiegone.

Raoul Pontalti

Sab, 27/07/2013 - 23:32

scipione principe dei bananas e dei parabananas (quelli che sono mancini e si fanno le pippe mancine) il governo ha revocato la cazzata del prefetto (l'espulsione) e ha sconfessato l'operato dei pulotti. Il nostro governo non quello kazakho! Il ministro Alfano (PDL!) ha avuto parole durissime contro i pulotti e i castroni del Viminale. Il gran capo Silvio ha detto lo stesso con l'aggiunta delle immancabili toghe (per il nulla osta all'espulsione). E allora se non credi a me che di malefatte di castroni in divisa ne ho subite per una vita in Italia e all'estero (per oltre 40 anni per essere più preciso)e ne ho viste e fatte "curare" a carico di tanti disgraziati credi almeno ai ministri e al gran capo Silvio. Tutto il governo è incazzato coi cialtroni che sono intervenuti nella vicenda, lo vuoi capire o no? e ribadisco che se l'Interpol centrafricana rileva che il passaporto è falso è semplicemente scema perché lo si sapeva già (diversa la questione se afferma che è falsificato) e si conoscevano anche le ragioni della falsità, per tacere poi del fatto che non sono cazzi dei pulotti questioni su cui si sono pronunciati organi competenti dello stesso paese (autorità diplomatiche e ministri). Ma la scemenza di certi pulotti è ubiquitaria e non fa differenze di lingua, razza e religione come la vicenda dimostra.