Chiesta per Holmes la pena di morte Uccise 12 persone al film di Batman

L'accusa ha chiesto la pena di morte per James Holmes, accusato della strage nel cinema di Aurora durante la prima di Batman. Il 25enne nel luglio del 2012 entrò in un teatro di Denver (Colorado) durante la prima mondiale dell'ultimo film di Batman e, travestito da «cattivo» del film, sparò all'impazzata uccidendo 12 persone. Lo ha annunciato la stessa accusa che ha spiegato di aver rifiutato l'offerta di Holmes di dichiararsi colpevole se gli fosse stato assicurato il carcere a vita. Una richiesta respinta e criticata dall'accusa che ha ribadito: «Holmes sa di essere colpevole, la sua difesa sa che è colpevole e ambedue sanno che non è un criminale pazzo». Holmes, che entrando nella sala cinematografica si era appunto travestito da Joker, deve rispondere della morte di 12 innocenti. I suoi legali cercheranno di dimostrare che Holmes, al momento della sparatoria, non era sano di mente. Intanto, il presidente americano Barack Obama sarà oggi a Denver, vicino ad Aurora, per rilanciare la sua battaglia contro la violenza con le armi da fuoco e maggiori controlli sui detentori di armi.