Cimitero italiano sotto attacco: uccisa una guardia

Una guardia uccisa e diverse tombe danneggiate durante un nuovo attacco al cimitero italiano di Tripoli nella notte tra domenica e lunedì. Il primo assalto di sabato, che secondo i media sarebbe da imputare ai nostalgici del Colonnello defunto, Muammar Gheddafi, è arrivato pochi giorni dopo il rapimento di due operai italiani. L'attacco si è verificato intorno alle due nella notte. Sono state danneggiate le vetrate della gran parte delle tombe, a colpi di Ak47, distrutte le carte conservate nell'archivio e date alle fiamme i due edifici dei guardiani. Sabato un gruppo di sostenitori del defunto rais aveva fatto irruzione sventolando le bandiere verdi dell'ex regime, danneggiando le strutture di ingresso. I vandali erano poi stati allontanati dall'intervento delle forze di sicurezza e degli abitanti del quartiere.