CINABomba all'aeroporto attentatore disabile perde pure la mano

É passato per un attentatore ma è solo un povero diavolo. Per questo migliaia di cinesi hanno manifestato la propria simpatia per l'uomo, disabile, che ha fatto esplodere un rudimentale ordigno all'aeroporto di Pechino. Ji Zhongxing, 34 anni, voleva protestare contro il pestaggio subito nel 2005 dalla polizia e in seguito al quale non può muoversi se non su una sedia a rotelle. Bloccato dalla polizia Ji è stato ricoverato in ospedale dove sembra che gli sia stata amputata la mano sinistra. «Ha avvertito tutta la gente che passava» ha detto Zhao Xiao, un testimone. Zi si è deciso a compiere l'attentato dopo aver «perso completamente la fiducia» nel sistema legale.

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 22/07/2013 - 13:54

Gli hanno amputato la mano colpevole, islamicamente: dunque era islamico, come volevasi dimostrare. Tutti gli gli attentati sono islamici per definizione. E ora che le donne occidentali non fanno più figli, tutte le donne incinte siano considerate islamiche.