Inquietante richiamo agli anni Trenta

L'arresto del leader politico del terzo partito di un Paese e di 5 dei suoi parlamentari non ha precedenti nell'Europa democratica del dopoguerra

Il leader di Alba Dorata, Nikos Michaloliakos

L'arresto del leader politico del terzo partito di un Paese, di cinque dei suoi parlamentari e di una trentina di altri esponenti di spicco con l'accusa di avere «costituito una organizzazione criminale» non ha precedenti nell'Europa democratica del dopoguerra: è un altro, allarmante segnale che la crisi economica ha destabilizzato la Grecia al punto che il governo non è più in grado di controllare la situazione con gli strumenti normali, ma è costretto a ricorrere a misure che potrebbero anche tradursi in un boomerang. È infatti difficile immaginare che Alba Dorata, un movimento che ha costruito le sue fortune sulla violenza, ha un forte seguito nelle periferie più degradate, dispone - a quanto di dice - di una falange di tremila uomini pronti a prendere le armi, è visto con favore dal 13% della popolazione e può contare su un certo seguito anche nella polizia e nelle forze armate incassi un colpo del genere senza reagire.

Alba Dorata è, sotto certi aspetti, un fenomeno unico nella Ue: mentre negli altri Paesi investiti dalla crisi la protesta dei ceti più colpiti ha assunto prevalentemente connotati di sinistra, in Grecia è stata quasi monopolizzata da questo movimento fino a quattro anni fa del tutto marginale e che nelle ultime elezioni ha conquistato 18 seggi in Parlamento. Il suo leader Michaloliakos, uno degli arrestati di ieri, è stato abilissimo nel catalizzare la rivolta contro l'austerità, la rabbia per i diktat di Bruxelles e la crescente ostilità nei confronti degli immigrati, trasformando Alba Dorata nella bandiera del nazionalismo più becero. Promette «legge e ordine», la creazione di nuovi posti di lavoro, e soprattutto un lotta spietata agli immigrati extracomunitari, soprattutto pakistani e nordafricani, accusati di sottrarre il già scarso lavoro ai greci e di avere raddoppiato il tasso di criminalità.

Più che ai partiti xenofobi del resto dell'Europa, che pure non mancano, essa è paragonabile ai movimenti fascisti e nazisti che, in situazioni non troppo dissimili da quella greca, sorsero tra le due guerre mondiali e di cui ha copiato i simboli. È probabile che il primo ministro Samaras abbia avuto ben presente le funeste conseguenze della debolezza con cui le istituzioni democratiche reagirono allora alla marea montante e abbia deciso di «tagliare la testa del serpente» prima che fosse troppo tardi. L'importante, non solo per la Grecia ma per tutta l'Europa, è che abbia la forza di sostenere fino in fondo la iniziativa presa formalmente dalla magistratura e non si lasci travolgere proprio in un momento in cui Atene è costretta a ricorrere nuovamente al sostegno finanziario delle istituzioni internazionali. A indurre le autorità a muoversi è stato l'assassinio da parte di un esponente di Alba Dorata di un rapper di sinistra, Pavlos Fyssas, che ha suscitato la dura reazione della stampa e dell'opinione pubblica e sensibilizzato i cittadini sul pericolo che questo partito rappresenta.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Dom, 29/09/2013 - 09:16

Spero che comincino a spaccare tutto e l'onda arrivi fino a qui. Quest'europa becera, fetida, politicamente corretta, spietata contro tutto quello che non gli aggrada, e' il nuovo nazismo, quello del 21 secolo.

Ritratto di Renzo Riva

Renzo Riva

Dom, 29/09/2013 - 09:17

Sento aria di ritorno ai colonelli.

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 29/09/2013 - 09:30

Codesti volgari criminali di Alba Dorata sono dei NEONAZISTI, non gente di destra o conservatrice, ma ispirati da ideologie di origine SOCIALISTA (comunismo, fascismo, nazismo) QUINDI DI SINISTRA. Sono i NEMICI GIURATI della LIBERTÀ E DEL LIBERALISMO, QUINDI dell'economia di mercato. Sono virulentemente ANTISEMITI E ANTIAMERICANI, come ci comunisti, i fascisti e i nazisti.

Klotz1960

Dom, 29/09/2013 - 09:36

Sembra un gravissimo abuso dei diritti politici, ai quali hanno diritto anche neo nazisti,stalinisti, maoisti etc. Appare difficile provare la connessione della leadership di un partito con un omicidio politico di uno dei suoi aderenti. Applicando tali standards, negli anni 70 in Italia i leaders di M.S.I., Terza Posizione, Democrazia Proletaria, Avanguardia Operaia, Lotta Continua etc sarebbero finiti in galera. Ci finirono invece solo il gruppo di Autonomia Operaia, ossia Negri,Piperno e company, in base a processi molto dubbi. La soluzione di vietare la rappresentanza politica di qualunque ideologia dittatoriale, oltre a violare il principio cardine della liberta' di pensiero, non risolverebbe il problema. Tralaltro e' probabile che tale iniziativa aumentera' il consenso ad Alba Dorata.

Klotz1960

Dom, 29/09/2013 - 09:36

Sembra un gravissimo abuso dei diritti politici, ai quali hanno diritto anche neo nazisti,stalinisti, maoisti etc. Appare difficile provare la connessione della leadership di un partito con un omicidio politico di uno dei suoi aderenti. Applicando tali standards, negli anni 70 in Italia i leaders di M.S.I., Terza Posizione, Democrazia Proletaria, Avanguardia Operaia, Lotta Continua etc sarebbero finiti in galera. Ci finirono invece solo il gruppo di Autonomia Operaia, ossia Negri,Piperno e company, in base a processi molto dubbi. La soluzione di vietare la rappresentanza politica di qualunque ideologia dittatoriale, oltre a violare il principio cardine della liberta' di pensiero, non risolverebbe il problema. Tralaltro e' probabile che tale iniziativa aumentera' il consenso ad Alba Dorata.

sorciverdi

Dom, 29/09/2013 - 10:11

Non sto sostenendo alcuno però non posso fingere di non vedere alcune stranezze in tutta la faccenda. Per prima cosa l'omicidio del rapper di sinistra. In Italia ci sono stati anni in cui formazioni comuniste dichiaratamente eversive si resero colpevoli di rapimenti, gambizzazioni, pestaggi ed omicidi: forse qualcuno chiese l'arresto dei leader del partito comunista? In uno stato di diritto la responsabilità di un crimine è sempre e solo personale quindi, in assenza di precise disposizioni o istigazioni di Alba Dorata verso l'assassino, che non mi pare siano state provate, è difficile capire il perché dell'arresto dei dirigenti del partito stesso. Secondo: Alba Dorata è il terzo partito Greco. Molti criticano ma nessuno si chiede come mai questo sia successo e se siano più criminali i dirigenti e gli adepti di Alba Dorata o quelli che hanno portato la Grecia alla fame. Non sto esprimendo malcelate simpatie per Alba Dorata ma sicuramente esprimo tutto il mio disgusto per chi ha ridotto così la Grecia: alcuni colpevoli sono Greci ma altri sono a Bruxelles. Quelli, comunque, guai a chi li tocca. Forse che ridurre un'intero popolo alla fame è meno criminale di una baruffa finita male fra due persone, probabilmente entrambe un po' sopra le righe quanto a fede politica? Terzo punto: il terrorismo di sinistra in Grecia. Anni fa ero in centro ad Atene esattamente dove pochi minuti dopo (io ero appena salito su un taxi altrimenti forse ci sarei rimasto anch'io) scoppiò una bomba che fece qualche morto. L'attentato fu rivendicato da un'associazione terroristica della galassia di sinistra. Non mi pare proprio di ricordare che allora il KKE, partito estremista di sinistra, venisse in alcun modo tirato in ballo anche se le dichiarazioni pubbliche e le azioni di piazza di politici e adepti di quel partito non fossero meno virulente di quelle di Alba Dorata. Forse che alcuni violenti sono meno pericolosi di altri? O forse alcuni violenti sono meno antipatici di altri? Concludo ripetendo che non sono l'avvocato di nessuno e men che meno di Alba Dorata, però questa fretta, questa palese parzialità, questo arrestare i vertici di un partito per un reato di un iscritto, questo j'accuse MAI lanciato in passato verso altri movimenti identici nei mezzi seppure rossi anziché neri, perlomeno mi sconcerta e mi fa pensare che l'uccisione del rapper sia solo una scusa, insomma un casus belli che, guarda caso, torna molto comodo ai filoUE. Non sarà che la causa VERA è proprio l'anti europeismo di Alba Dorata e che "qualcuno" non vedeva l'ora di togliersela di mezzo? Attenti, euroservi, che a creare un martire ci si mette un attimo...

rockerduck

Dom, 29/09/2013 - 10:27

Evviva la democrazia. Cosa di meglio che mettere in galera gli avversari politici, sempre e solo se di destra.....

londinium

Dom, 29/09/2013 - 10:30

Fa piacere che ci siamo giornalisti al Giornale che ancora pensano con la propria testa e scrivono le cose per come stanno. Alleluja!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 29/09/2013 - 11:13

E' ora che qualcuno cominci a cantare fuori dal coro del politically correct di Monti e del Bilderberg group. Il popolo greco non può essere strangolato nel nome della logora retorica europeista.Democrazia ed antifascismo non garantiscono agli strati più poveri di arrivare vivi alla fine del mese. Oggi l'Austria va alle urne e si prevedono krauti amarissimi per gli eurobeoti ed i sostenitori della società multietnica. Samaras,prima o poi,dovrà vedersela con i colonnelli. E rimpiangerà amaramente queste sue democraticissime leccate propiziatorie nei confronti della Merkel.

Ritratto di Ivano Colzani

Ivano Colzani

Dom, 29/09/2013 - 11:20

Concordo in toto con Klotz1960: o veramente ci sono collegamenti diretti all'omicidio del rapper (favoreggiamento del reo, depistaggio delle indagini etc etc.) o a questa stregua dovremmo anche abolire l'islam per i noti fatti di Siria, Kenia etc. per non parlare del Comunismo e di altre ideologie totalitarie. Ma oltre all'arresto di parlamemtari eletti democraticamente per reati alquanto fumosi (Rodotà sulla TAV può essere considerato molto diverso?) la cosa più grave è la negazione dei problemi che tale movimento politico pone all'attenzione e che per i comandanti del Nuovo Ordine Mondiale semplicemete non esistono perchè sono da loro stessi creati ed imposti senza possibilità di discussione ai popoli occidentali.

Ilgenerale

Dom, 29/09/2013 - 11:24

Sono anni che dico che l'Europa non è il nord America e che avrebbe sviluppato i suoi anticorpi. Alba Dorata e' solo l'inizio. Nell'Europa orientale e' pieno di movimenti come Alba Dorata. Questa Europa non può durare ancora per molto.

Ritratto di Gimand

Gimand

Dom, 29/09/2013 - 11:25

@Klotz 1960 - 09.36 Mi hai bruciato sul tempo: avrei voluto scriverlo io. Dalla foto, questo Nikos Michaloliakos, ha una faccia da galera che consola, però sarebbe stato molto più salutare per i Greci (e tra un po'anche per noi Italiani) non arrivare in queste condizioni a certi appuntamenti con la Storia.

giocondo1

Dom, 29/09/2013 - 11:51

Pur di eliminare un movimento di destra, oppositivo al regime europeista, avrebbero sacrificato un rapper di sinistra per scaricare le colpe addosso a questi di alba dorata, in modo da autorizzare la magistratura democratica ad arrestarne addirittura i parlamentari, con l'accusa di essere esponenti di un movimento criminale . Sembra un film già visto.

Ritratto di Tora

Tora

Dom, 29/09/2013 - 11:53

Se la stanno facendo addosso, sono nel panico, per questo arrestano senza uno straccio di prova o processo. Alba Dorata fa quello che ogni movimento politico dovrebbe fare, tutelare i propri connazionali. Dare da mangiare ai greci ridotti alla fame, cacciare gli abusivi extracomunitari cancro dell'economia, perseguire i grandi intrallazzatori della finanza globale, non sono reati! Lo diventano quando mettono in discussione il teatrino costruito per schiavizzare i popoli europei.

Massimo

Dom, 29/09/2013 - 12:03

Una fazza una razza. Tutto il mondo è paese. QUando non riescono a convincere il Popolo che è un bene svendere la Sovranità e l'Indipendenza Nazionale, allora mettono in prigione i Leaders e chiudono i partiti che continuano a tenere alta la Fiamma della Libertà e della Dignità.

CamilloBerneri

Dom, 29/09/2013 - 12:11

I timori di reazioni di Alba dorata per l'arresto del suo leader e altro fanno sorridere, che significa che dovevano continuare con racket, pestagg e omicidi ? non scherziamo Dubito che Alba Dorata al di là delle loro minacce possano far qualcosa contro uno stato organizzato e che dispone di vari poteri lagislativi, militari, giudiziari, del resto hanno scherzato col fuoco e la stragrande maggioranza dei greci ha paura di questi fuori di testa, il governo e la magistratura sono intervenuti, più che normale e meglio tardi che mai..

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 29/09/2013 - 12:17

Alimentiamo la fiamma della liberta.Sempre meglio una alba dorata che ,irosso sangue comunista.

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 29/09/2013 - 12:21

Come insegnava Carl Popper (sconosciuto dall'Italietta autoritarista d'ogni colore): "La tolleranza senza limiti porta necessariamente alla sparizione della tolleranza. Se estendiamo la tolleranza illimitata anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo preparati a difendere la società tollerante dall'attacco dell'intollerante, i tolleranti saranno eliminati e la tolleranza con loro".

andrea24

Dom, 29/09/2013 - 12:22

Livio Caputo che sosteneva l'acquisto degli F35 americani.E abbiamo detto tutto.

andrea24

Dom, 29/09/2013 - 12:27

Attenzione a questi concetti di cosiddetta "xenofobia" perché quasi sempre nascondono interessi economici e di ingegneria sociale.E' il caso di istituzioni sovranazionali come Aspen Institute(si faccia una ricerca),che relativamente all'immigrazione parlano di "pil demografico",oltre che a sostenere i "diritti dei gay".

andrea24

Dom, 29/09/2013 - 12:30

Inoltre su altri giornali si parla in relazione a quanto successo contro questa Alba Dorata anche di "servizi segreti israeliani".

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 29/09/2013 - 12:38

ARRESTARE UN LEADER POLITICO ELETTO DAL POPOLO (di qualunque appartenenza esso sia) NON E' UN ATTO DI DEMOCRAZIA ESISTENTE NELLA NAZIONE - UNA DEMOCRAZIA COMBATTE POLITICAMENTE NON SENTENZA ANOMALE ED INVADENTI NEI RIGUARDI DELLO STATO DI DIRITTO DEL POPOLO VOTANTE - IN QUESTO CASO DEL POPOLO GRECO - pur se limitato numericamente -

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 29/09/2013 - 12:52

non si può fermare il vento

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 29/09/2013 - 13:00

Speriamo che la democrazia si svegli e non continui a porgere sempre l'altra guancia. Servirebbe anche in Italia un pò di pulizia di delinquenti, protetti dalla democrazia.

sorciverdi

Dom, 29/09/2013 - 13:03

#Klotz1960 mi permetta di dirle che lei non è molto informato perché in galera ci finì gente di destra esattamente come gente di sinistra e, anzi, sarebbe interessante andare a dare un'occhiata al chi, al perché e al come. Provi a pensare all'esplosione alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Ricordo come fosse adesso l'orrore che provai per l'accaduto ma anche la rabbia per una non trascurabile stranezza: pochi minuti dopo l'esplosione radio e tv parlavano di esplosione senza specificare di che tipo ma poi, mezz'ora dopo, iniziarono a parlare di "strage fascista". Poiché a me non interessano le partigianerie, di qualsiasi colore essere siano, rimasi stupito dal fatto che ancora non si sapesse cos'era successo e quante fossero le vittime, ma si fosse già "identificato un colpevole" o, perlomeno, la parte politica mandante. Finì che furono accusati e condannati Fioravanti e la Mambro pur in assenza di prove e nonostante i due, rei confessi di altri delitti, abbiano sempre continuato a rifiutare categoricamente alcun coinvolgimento in quella bestialità! Non lo trova strano? Anni dopo emersero altre cose e cioé la presenza di un pericoloso terrorista internazionale, Marcos se ricordo bene, in uno degli hotel davanti alla stazione di Bologna proprio il giorno prima dell'attentato ma, com'era logico attendersi, della Verità importava e importa ben poco a chi chi comanda e che sembrò essere pago del fatto che la sentenza avesse addossato quell'orribile responsabilità a due di estrema destra...tanto quelli in galera c'erano già e chissenefrega della Verità?! Si parlò anche di un'altra pista e cioé quella dell'incidente occorso durante uno dei tanti trasporti di armi ed esplosivi che l'OLP faceva nel nostro Paese grazie alla "distrazione" dei loro grandi protettori politici il maggiore dei quali ha lasciato recentemente questo mondo. Tutto questo, Klotz1960, per dirle che non è vero che in galera ci siano finiti solo quelli di sinistra oltre che per rimarcare il fatto che il "colpevole" è spesso un Girolimoni cioé uno che viene dichiarato colpevole perché torna comodo così là dove si puote ciò che si vuole, etc, etc, etc... Ultima cosa: perché quel suo curioso nickname che ricorda tanto palesemente quel certo Georg Klotz, attentatore dell'Alto Adige proprio negli anni 60 e conosciuto anche come "martellatore della Val Passiria"?

moshe

Dom, 29/09/2013 - 13:03

La sinistra è all'attacco in Grecia come in Italia. Se chi andrà alle urne non desidera uno schiavismo in stile staliniano, dovrà prendere atto di questi colpi antidemocratici che la sinistra manovra.

enron

Dom, 29/09/2013 - 13:06

gli esaltati di Alba Dorata fanno veramente paura, così come il 13% dei Greci che li vota e la polizia che li copre. hanno costruito il loro successo con la violenza e la complicità della polizia che permette le loro angherie con chi non gli va a genio.

moshe

Dom, 29/09/2013 - 13:33

E' l'unico modo col quale la sinistra riesce a mettere out i propri avversari, quello staliniano.

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 29/09/2013 - 14:14

Come insegnava Carl Popper: "La tolleranza senza limiti porta necessariamente alla sparizione della tolleranza. Se estendiamo la tolleranza illimitata anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo preparati a difendere la società tollerante dall'attacco dell'intollerante, i tolleranti saranno eliminati e la tolleranza con loro"

Ritratto di romy

romy

Dom, 29/09/2013 - 15:08

Non si potrà fermare un fiume in piena con le mani nude,se le cose dovessero continuare così.

andrea24

Dom, 29/09/2013 - 15:18

@nutella59 L'intolleranza sarà la sua,quella di certe minoranze e dei poteri stranieri che lei sostiene.

CamilloBerneri

Dom, 29/09/2013 - 15:27

In realtà non c'è niente di inquietante e strano in una democrazia che decide di stroncare una forza apertamente eversiva e che sotto mirava ad un colpo di stato, normale che uno stato intervenga.. Sono un associazione a delinquere e criminale come ampiamente dimostrato con il racket, pestaggi di chi non la pensa come loro, omicidi. hanno tirato troppo la ché corda contro uno STATO ed ora ne subiscono le conseguenze, dubito che un partito che ha preso il 7% dei votanti greci possa fare granché contro uno stato che possiede tutti i poteri legislativi, giudiziari ed esecutivi,dall'esercito e polizia, c'è poco da stupirsi, meglio tradi che mai... Sono periodi storici molto diversi ed è una forzatura accomunarli..

Ritratto di romy

romy

Dom, 29/09/2013 - 16:14

...se le cose dovessero continuare così in Grecia,la vedo brutta assai,anche a livello di eventuale contagio......,vuoi che si chiami Alba Dorata o popolo affamato e che non ne puo' più........ecc.ecc.Quì la politica si ferma,la logica si ferma,il raziocinio si ferma,la ragione si ferma e prende piede l'istinto aggressivo e distruttivo che ogni uomo porta dentro di sè........

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 29/09/2013 - 16:15

Sono d'accordo con Klotz90 a aggiungo : è chiarissimo che hanno afferrato la scusa dell'assassinio del rapper per fare pulizie, ma questa non è democrazia. Tanto valeva tenersi i colonnelli, almeno erano greci e non eterodiretti come il governo attuale.

Ritratto di nutella59

nutella59

Lun, 30/09/2013 - 09:26

@andrea24: io sostengo la LIBERTÀ e la CULTURA, e contrariamente a lei, non penso che abbia alcun passaporto particolare. Se questo mi rende ai suoi occhi e a quelli di nostalgici e ossessivamente antiamericani e antisemiti come lei un "cosmopolita" e un pluto-pippo-paperino-giudaico-massone-capitalista, il problema è suo. La Storia ha già sepolto da tempo i suoi riferimenti storici e culturali: non i miei.

danilo freddis

Mar, 01/10/2013 - 13:43

peccato..... viva Alba Dorata!!!