Affaire Gayet, Hollande: "Non è il luogo, né il momento per risposte"

Il Presidente parla di economia, politica interna ed estera, non della sua probabile relazione. Risponderà prima della visita negli Usa

È iniziata alle 16.30 la conferenza stampa nel salone delle feste dell'Eliseo. Qui si è raccolta la stampa mondiale, forte di un drappello di oltre 600 giornalisti, per ascoltare le parole del PresidenteFrançois Hollande.

Il discorso ha toccato argomenti differenti, dall'economia fino all'intervento francese in Mali e in Centrafrica, per sostenere le forze africane minacciate da situazioni di crisi.

Nell'intervento spazio anche per il tema dell'eutanasia, su cui Hollande vuole un dialogo il più ampio possibile e per l'Europa. Il Presidente francese ha proposto alla Germania un patto per una maggiore coordinazione su aspetti come la difesa e la transizione energetica. Ha infine ricordato l'importante delle libertà, in primis di quella di stampa, menzionando la situazione dei giornalisti francesi in ostaggio all'estero.

Inevitabile l'attenzione sulla presunta relazione tra Hollande e l'attrice francese Julie Gayet, che ha occupato negli ultimi giorni molto spazio sulla stampa internazionale. Il Presidente ha evitato di parlarne, lasciando ai giornalisti il sollevare la questione.

Alain Barluet, presidente della stampa presidenziale e giornalista del Figaro, ha chiesto chiarimenti al Presidente, che ha eluso la questione, sottolineando che oggi non risponderà a nessuna domanda sull'affaire Gayet. Sulla probabile relazione con l'attrice, svelata dal magazine Closer, potrebbe rispondere prima della sua visita negli Stati Uniti, prevista per l'11 febbraio.

"Non è il momento, né il luogo per dare una risposta", ha detto Hollande, che ha anche aggiunto che "gli affari privati vanno trattati in privato, in un'intimità rispettosa di ciascuno". Un riferimento al fatto che la compagna, Valerie Trielweiler è ancora in ospedale.

Il Presidente ha dichiarato, contrariamente a quanto emerso nei giorni scorsi, che non querelerà il magazineCloser. Ha anche aggiunto: "La mia sicurezza non è mai stata a rischio". Il fotografo autore delle foto dello scandalo aveva raccontato che in quel momento avrebbe potuto ucciderlo, vista la mancanza di misure a sua difesa.

Commenti

Silvano Tognacci

Mar, 14/01/2014 - 17:31

ahahahah ... il privato è privato ha detto il cugino sinistrorso d'oltralpe ... giusto ... deve valere anche ad Arcore ! Che ne pensate, incarogniti bipedi di sinistra ?

berserker2

Mar, 14/01/2014 - 17:38

Però pe scopasse di nascosto l'attricetta bona ma semisconosciuta è sempre il momento, eh!

angelovf

Mar, 14/01/2014 - 17:42

Anche per Berlusconi era faccenda privata, eppure gli rotto il c....o tutto il mondo.

timoty martin

Mar, 14/01/2014 - 17:49

Atteggiamento ipocrita tipico della sinistra. Come mai i francesi hanno tanto criticato SB?

Tarantasio.1111

Mar, 14/01/2014 - 17:50

Ditelo a quelli di sinistra che, i Bunga Bunga di Hollande sono fatti privati mentre quelli di Berlusconi no. Quelli vanno processati. Ditelo alle teste di minchia della sinistronza.

linoalo1

Mar, 14/01/2014 - 17:51

Quando è stato eletto,ha giurato la castità?Se si,allora doveva candidarsi come Papa!I soliti invidiosi non hanno ancora capito,benedetta ignoranza,che sia i Preti che i Personaggi Pubblici sono,soprattutto,uomini e che,come tali,hanno tutti i pregi ed i difetti della specie!L'importante è che non vadano contro Natura!Allora si che bisogns criticarli e riprenderli!E si,cari Sinistrati,l'invidia è uno dei vostri principali mali!Lino.

Nickulow

Mar, 14/01/2014 - 17:52

Il fatto che gente come hollande o b. vadano a mignotte, non mi crea alcun problema. Me ne creerebbero se, come ha fatto b., commettono reati di concussione, abuso d'ufficio e prostituzione minorile.

Ritratto di #tuttiacasa..

#tuttiacasa..

Mar, 14/01/2014 - 17:52

la moralità di un politico NON è una questione privata, chi mente chi tradisce una volta tradirà sempre, con la moglie o con i cittadini cambieranno solo le circostanze

Ritratto di laghee100

laghee100

Mar, 14/01/2014 - 17:55

.. ha mille ragioni ! i pifferi (giornalisti) di montagna andarono per suonare e furono suonati !!!

maxaureli

Mar, 14/01/2014 - 17:56

Hollande... sembrerebbe che i fatti di CORNA non sono piu' privati ma cose pubbliche!! LOL LOL Rassegniati e raccontaci tutto. Gl'italiani (di sinistra) sono grandi segaioli, devono sapere!! LOL

Ritratto di indi

indi

Mar, 14/01/2014 - 17:57

Sti sinistri non possono essere da meno, ora hanno anche loro il proprio BANANA! Con una differenza, lui censura i giornali e gli spettacoli. Si l'etica è patrimonio solo della sinistra. Ma andate a nascondervi, sarebbe anche ora!

moshe

Mar, 14/01/2014 - 18:03

Non sento i commenti dei kattokomunisti sul caso "privato" di Hollande, evidentemente li hanno esauriti con Berlusconi!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 14/01/2014 - 18:10

Gelatina Francese, ipocrita e comunista. Buoni a guardare gli altri ed incapaci a guardare loro stessi, che schifo.

Mario-64

Mar, 14/01/2014 - 18:14

Non c'e' Repubblica a fargli le famose dieci domande??

hectorre

Mar, 14/01/2014 - 18:19

bravo hollande!!!....lo venga a dire ai suoi cugini sinistrati che il privato deve restare tale............talmente rincoglioniti da anni di scemenze che professano amore libero,divorzio,aborto,unioni gay e si scandalizzano per una trombata.....patetici e morbosamente spioni!!!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 14/01/2014 - 18:22

"gli affari privati vanno trattati in privato, in un'intimità rispettosa di ciascuno". Quello che hanno sempre detto Scalfari e Travaglio nei confronti di Berlusconi,gli hanno pure messo un registratore nella stranza da letto e fatto 400000 intercettazioni. Poveri socialisti"politicamente corretti" ma con la grappa.

gimmi73

Mar, 14/01/2014 - 18:23

MA COME?quando si parlava di Berlusconi allora per lui ed i suoi amici sinistronsi l'uomo di stato e blablabala non pùo fare queste cose ecc ecc.Adesso invece esiste la vita privata per un capo di stato.Ottimo,ne prendiamo tutti atto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 14/01/2014 - 18:39

HA RAGIONE!!!! Coi Francesi ci ho lavorato quasi 12 anni, ero il direttore della filiale Italiana di una multinazionale Francese e quindi li conosco bene. Per i Francesi la vita privata di qualsiasi persona è da tenere completamente separata dal lavoro o dalla sua vita pubblica. Non per niente loro la rivoluzione contro chi li governava opprimendoli di tasse, l'hanno fatta già nel 1789, mentre NOI NON l'abbiamo ancora fatta. Saludos

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 14/01/2014 - 18:51

semplice.... HOLLANDE NON HA CHIAMATO IN QUESTURA PER FAR RILASCIARE UNA MINORENNE marocchina e ladra CHE FREQUENTAVA Le sue cene eleganti... non bisogna essere dei geni per arrivarci..

Roberto Casnati

Mar, 14/01/2014 - 18:55

Assolutamente daccordo con Hollande! Basta con questi giornalai che vanno a guardare nelle altrui mutande! Basta con magistrati imbeccilli e viziosi che fanno inchieste guardando dal buco della serratura! Basta con questa continua violazione del diritto alla riservatezza! Basta con la politica da postribolo! Queste idiozie lasciamole agl'imbecilli americani!

marranchinu

Mar, 14/01/2014 - 19:03

I francesi che sono più civili di noi, rispettando la privacy del loro Presidente, rifuggono il pettegolerzzo e la loro magistratura se ne guarda bene dal guardare dal buco della serratura, ipotizzare azzardate teorie ed invadere il potere esecutivo! In Italia, purtroppo, è tutta un'altra cosa!...

giosafat

Mar, 14/01/2014 - 19:33

ed hanno pure l'aggravante di annoverare tra le loro fila il giudice Nickulow. Eh, sì, sono proprio con le pezze al culo...

LAMBRO

Mar, 14/01/2014 - 19:34

NELLA CITTA' PIU' OSE' DEL MONDO ; CITTA' CHE HA FATTO DELLA TRASGRESSIONE LA PIU' FIORENTE INDUSTRIA ; POPOLO CHE HA OPTATO PER LA SINISTRA CHE HA SEMPRE INNEGGIATO AL LIBERO AMORE : ADESSO SI STUPISCE? IL MINIMO CHE PUO' FARE IL LORO PRESIDENTE E' ESSERE COERENTE : SC......RE

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 14/01/2014 - 19:40

Mi pare giusto quanto sostiene Hollande. Di un uomo pubblico non tutto può essere pubblico. Gli affari privati, soprattutto quelli di cuore, vanno lasciati tali.

Felice48

Mar, 14/01/2014 - 19:53

Ex grandeure francais: no bunga bunga allora scarso. Hai! Hai! Hai!

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 14/01/2014 - 20:28

benissimo, così si fa, c'è chi ciula ciula e ai guardoni.....pugnette. Bravo Hollande, il privato deve restare privato. In Francia funziona cosi, in Italia?...popolo di guardoni bavosi

aredo

Mar, 14/01/2014 - 21:19

La privacy vale solo per i comunisti.. La sinistra intoccabile. Tutte le porcate che fanno loro vanno bene. Quelli di destra non posso fare sesso in privato con chi vogliono mai.. tutto deve essere reso pubblico. Come nelle dittature comuniste dove si denigrano le opposizioni se non le si uccidono direttamente fisicamente.

Luigi Farinelli

Mar, 14/01/2014 - 23:51

Per terminare il mio commento precedente, interrottosi automaticamente: Nathalie de Willencourt, portavoce in Francia di Homovox (collettivo di omosessuali che si oppongono ai matrimoni e alle adozioni gay) ha accusato le lobby LGBT di parlare sempre a nome dei gay senza esserne autorizzati e di occupare la maggior parte dei media pur non rappresentando affatto il mondo gay. Contesta inoltre duramente la legge del ministro della Giustizia Christine Taubira a favore dei matrimoni e delle adozioni gay: "NOI GAY NON VOGLIAMO IL MATRIMONIO PERCHE'LA COPPIA OMO E' DIVERSA DA QUELLA ETERO PER UN SEMPLICE DETTAGLIO: NON PUO' DARE ORIGINE ALLA VITA, per cui ha bisogno di una forma di unione specifica." Inoltre: "Un figlio nasce dal frutto dell'amore di un padre e di una madre e ha il diritto di conoscerli...Se le coppie omo adottano dei bambini che sono già privati dei genitori biologici, ALLORA LI SI PRIVA DI UN PADRE E DI UNA MADRE UNA SECONDA VOLTA..." Ebbene, nella Repubblica illuminista massonica di Hollande QUESTI ARGOMENTI SONO STATI BOLLATI COME OMOFOBI!!! Ciò fa capire come sia i gay (con la legge contro l'omofobia), come le donne (plagiate dal radical femminismo e da truffe come il "femminicidio") sia gli immigrati sono usati per accelerare il processo di disgregazione nazionale), secondo i programmi della massoneria, come candidamente dichiarato, se ce ne fosse ancora bisogno per capirlo, da grandi maestri del Grande Oriente di Francia. Giornali e tv non parlano mai neanche dei grani movimenti pro-life, antilaicisti e per la famiglia naturale che in Francia hanno raccolto manifstazioni di ottocentomila persone, né dei Veilleurs Debut (sorveglianti in piedi) che stanno attecchendo anche in Italia. Di queste cose non se ne parla mentre una relazione extraconiugale di Holland riempie articoli e tv! Hollande è solo un burattino del potere massonico laicista che infetta l'Europa (massone del Grande Oriente lui stesso) e sta affossando, assieme ai suoi accoliti (in Italia Prodi, Monti, Draghi, Letta, tutti adepti del GOI) tradizioni storiche, religione, principi etici e morali, sovranità degli Stati, in nome della nuova religione della "Laicità". E chi si oppone viene perseguito a termini di legge, leggi imposte col raggiro e col lavaggio del cervello. Altro che i suoi flirts, ora usati per coprire le infami iniziative di questo piccolo Anticristo!

gianrico45

Mer, 15/01/2014 - 00:33

I francesi ridevano per Berlusconi,adesso dopo aver visto il pupazzetto Duracell ridiamo noi.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 15/01/2014 - 07:27

Riprendo considerazioni gia espresse.... ma quei giornali e riviste spazzatura spazzatura: Il Corriere, La Republica, Famiglia Cristiana che han gettato fango su Berlusconi ora tacciono? Forse definirli spazzatura è un privilegio dovrebbero essere definiti di m.... Non cito i francesi quelli sono secoli che dimostrano di cosa sono fatti.....

Ritratto di Baliano

Baliano

Mer, 15/01/2014 - 07:37

In Francia le copule sono "questione privata", in Italia No! Che sottosviluppati incivili, che Barbari questi "Galli"!

timoty martin

Mer, 15/01/2014 - 08:19

Nessuna risposta riguardo al suo flirt con Gayet = segno di debolezza di un presidente a dir poco "volage" e mancanza di rispetto per stampa e Nazione. Solo lui riesce a credere alle belle parole e a tante promesse.

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Mer, 15/01/2014 - 08:37

Per logica, seguendo il discorso di questo pittoresco personaggio dalla faccia da ubriacone, anche per Berlusconi le cose erano 'cazzi propri'! Detto questo aggiungo che il discorso di Hollande non fa una piega. In Italia, terra del Vaticano e del cattolicesimo, certe cose vengono spontanee: grazie al Cielo c'è la Chiesa e il cattolicesimo che è garante di quella visione della vita immune dal puritanesimo, dal moralismo, dal fanatismo religioso di stampo statunitense. Dio ce ne scampi! Sembra un paradosso, forse lo è. Amo i paradossi. Dio è un paradosso. Purtroppo non l'hanno capito i neo giacobini alla Travaglio, the 'Master Of propaganda', quelli di Repubblica, i radical-chic e tutte le anime belle di coloro che si sentono dalla parte giusta e in dovere di imporre lezioni di vita a tutti. Diceva Chesterton che noi non siamo in grado di restare fedeli ai nostri migliori peccati: c'è sempre un peggioramento, una deriva che andrebbe fermata se si capisse che solo uscendo dal puritanesimo deviato e dal falso moralismo di stampo radical-chic tutto assume una visione più umana e, appunto, 'carnale'. Tutti i tentativi di imporre comportamenti in nome di una visione spirituale non ha fatto altro che generare orrori. Non parliamo quando queste ragioni sono giustificate per lo Stato o per la politica. Forse anche in Francia le cose stanno peggiorando, anche loro stanno diventando come gli americani, i quali pretendono di ficcare il naso sotto le lenzuola di tutti. sarà che sono repressi? Fosse così, si spiega il perchè di questo bisogno sovrumano di guerra!

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 15/01/2014 - 08:55

ha pienamente ragione Hollande: É UNA QUESTIONE PRIVATA. SE una persona diventa "pubblica", deve aver diritto ad un minimo di privacy sopratutto per fatti che riguardano la sua sfera personale. Ai francesi, almeno quelli con la testa sulle spalle, non interessa se Hollande "centra la tazza" con precisione oppure "a pioggia". BASTAAAAAAAAAA!!!! NON SE NE PUÓ PIÚ. Cpon cazzate da gossip di questo genere, possono cadere anche i governi sopratutto quando un popolo vive sui pettegolezzi e le esteriorità (riferimento all'itaGLia del tutto casuale :-)