Conforme all'islam o lapidata? Ecco le cosce a prova di sharia

"Libertà o Islam?". Parte la campagna di sensibilizzazione contro gli abusi dei musulmani. Ma lo stilista Louboutin s'infuria: "Non usate le mie scarpe nello spot"

Lo spot dell'associazione belga "Femmes contre l'islamisation"

Braccio di ferro tra la maison francese Louboutin e l'associazione belga "Femmes contre l'islamisation". Al centro della polemica la campagna di sensibilizzazione per difendere i diritti delle donne, troppo spesso calpestati dai fedeli musulmani. Lo spot immortala le bellissime gambe di una donna di spalle in minigonna nera. Ai piedi le famosissime decolléte dalla suola rossa firmate da Louboutin. Ma la campagna dell'associazione belga vicina all'estrema destra ha scontentato lo stilista francese convinto che lo scatto possa penalizzare il suo marchio.

Il manifesto ideato da "Femmes contre l'islamisation" riprende i tratti del fotoprogetto virale della studentessa canadese Rosea Lake per denunciare il sessismo. Nella nuova pubblicità l'associazione belga indica la lunghezza della gonna "accettabile" dalla sharia islamica e le nudità poco o per nulla gradite dagli occhi dei musulmani. Così si va da "conforme al Corano" a "lapidazione". Lo slogan della campagna di sensibilizzazione è chiarissimo: "Libertà o Islam?". Secondo l'agenzia Belga, la modella sarebbe Anke Van dermeersch, ex Miss Belgio che è poi diventata senatrice per il partito di estrema destra Vlaams Belang. Secondo Christian Louboutin, la campagna potrebbe danneggiare l'immagine delle calzature di lusso famose in tutto il mondo. Proprio per questo, lo stilista francese ha chiesto con urgenza al Tribunale di Anversa di vietare la diffusione delle immagini e che il materiale venga immediatamente distrutto.

Commenti
Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 26/09/2013 - 16:14

Bene. Ora tutte le donne occidentali boicottino sta casa di scarpe. Venderà solo alle musulmane che le faranno vedere solo al marito. Il marketing di questa casa di moda deve essere composto da imbecilli. Quale miglior viatico che partecipare alla difesa delle donne LIBERE contro la follia islamica. I taliban hanno ammazzato una donna solo perchè, inciampando, si è intravista una caviglia. Pensate solo se si intravedessero delle scarpe sexy. Una strage di prostitute.

Ritratto di Legba

Legba

Gio, 26/09/2013 - 16:48

Mi domando perché ci si ostini a specificare "estrema destra" e mai "estrema sinistra". Gli stessi motivi per cui l'altro termine e impreciso dovrebbero valere anche per l'altro.

gneo58

Gio, 26/09/2013 - 16:55

per me possono anche girare coperti di cemento, fatti loro MA A CASA LORO

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Gio, 26/09/2013 - 16:55

Non ce ne frega nulla!!! Basta con questo femminismo!!! Non se ne può più di leggere quotidiane isterie provenienti da qualsiasi parte dell'occidente. Già ci dobbiamo sorbire i deliri delle femminaziste di casa nostra.

macchiapam

Gio, 26/09/2013 - 17:40

Che le pretese in nome della sharia siano assurde a livello del ridicolo, non è questione. Però è anche vero che tante disinvolte, per attrarre l'attenzione, si esibiscono in modi eccessivamente provocanti. Naturalmente la cosa, per noi adulti, fa poco effetto; ma per i ragazzi è certamente nociva, perchè offre un'immagine delle prospettive di successo assolutamente sbagliata. Tante sono le ragazze che si propongono (magari sospinte dalla mamma) come miss, veline e simili; alcune (poche) arrivano, dopo averla data a tizio e caio; hanno qualche successo e poi, dopo poco tempo, si trovano emarginate e allora si danno al bere e alle droghe. Forse non tutto è sbagliato nella sharia....

swiller

Gio, 26/09/2013 - 18:27

Effettivamente le sue scarpe fanno schifo.

Raoul Pontalti

Gio, 26/09/2013 - 18:37

I Francesi quando vogliono rappresentare un imbecille gli attribuiscono la nazionalità belga. L'iniziativa di cui all'articolo dà loro ragione...Una idiozia infarcita di oscenità razzistiche (termini corrispondenti ai nostri troia, puttana, etc. e la penultima altezza della gonna è rubricata con verkrachting (da stuprare)) e che mostra ignoranza anche delle reali regole convenzionali dell'abbigliamento delle donne islamiche che tra l'altro varia nei diversi paesi. O tempora o mores...Puttane e culattoni imperversano mentre chi segue una fede e una morale viene insultato.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 26/09/2013 - 19:01

Raoul Pontalti, gli stupri nei paesi nordici sono decuplicati per opera degli islamici tanto da suggerire alle donne di COPRIRSI. Questa è la GRANDE fede e morale islamica. Fino a due decenni fa le iraniane indossavano la minigonna come da foto di cui sopra. Poi arrivò la morale di Komeini coi pasdaran e le mucche nere a imporla col randello ( tipo fascisti, per intenderci) Adesso questa "MORALE" si sta diffondendo in occidente a spese delle DONNE OCCIDENTALI. Ce lo vuoi dire una buona volta se sei un islamico integralista? P.S. Pontalti, da statistiche gli ISLAMICI sono i più grandi consumatori di pornografia via WEB, quindi questa SEDICENTE MORALE è solo un PRETESTO per coercizzare le donne.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 26/09/2013 - 19:13

Queste suole rosse sono veramente di cattivo gusto, tipo a "luci rosse".

Giangi2

Gio, 26/09/2013 - 20:57

Bello e' che a casa nostra delle persone che rappresentano le istituzioni più alte fanno un gran parlare a favore della donna, anche con uscite demenziali come quella della Boldrini che non vuole vedere spot pubblicitari con donne che cucinano, poi però sponsorizzano delle etnie come quella dei rom so degli islamici che la donna oltre che ai fornelli la metterebbero pure al forno, solo perché mette una minigonna alla caviglia.

Ritratto di enkidu

enkidu

Gio, 26/09/2013 - 21:15

per pontalti: si legga sul sito dell'ONU la versione islamica della dichiarazione dei diritti umani e guardi il ruolo della donna.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 27/09/2013 - 00:26

@macchiapam: trovo la sue affermazioni semplicistiche a livello estremo: cosa centra questa stucchevole e lacrimevole storia delle ragazzette spinte a diventare veline (lo zero virgola di quanto?), che la danno e destra e manca, poi arriva l' emarginazione, la droga, l'alcool ... (altri cataclismi no ?) La naturale tendenza femminile a farsi belle e mettersi in mostra sarebbe dunque da punire e proibire? E sarebbe per questo coacervo di luoghi comuni e pulsioni bacchettone che allora "forse non tutto sarebbe sbagliato nella sharia" ? Nella fede e nella moralità di segregare le donne perché considerate al pari di vacche da non far scappare dal recinto, anche perché potrebbero farsi coprire -se lasciate sole e "nude"- dal primo toro che passa ? Quello che dico sempre degli islamici lo dico anche ai loro (segreti) fan occidentali: se non riuscite a fare gli uomini ed essere all'altezza di una donna libera perché messi da lei in soggezione, non provate scorrettamente a "vincere facile" mettendola in catene...lasciate perdere e buttatevi sull'omosessualità, che ora va pure tanto di moda!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 27/09/2013 - 00:33

Comunque il management di Louboutin deve essere composto di una specie che in Europa, ultimamente, cresce a dismisura: quella che sono già pronti a diventare dei "dhimmi"... a proposito... @Raul pontati: meglio sguaiate puttane e colorati culattoni per strada che neri niquab ed islamici barboni in caffetano....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 27/09/2013 - 01:27

Il fascismo islamico imperversa più da noi che nei paesi islamici. Basta guardare un qualsiasi video girato in molte città arabe per vedere che NON GIRA NESSUNA DONNA IN "BURKA" (tranne l'Afghanistan). MA DA NOI VENGONO SOLO I PEGGIORI MUSSULMANI?

Raoul Pontalti

Ven, 27/09/2013 - 02:58

per Mario Galaverna. Mio carissimo Mario non volermene se ora Ti dico francamente che il Tuo livore anti islamico per la sua virulenza e sistematicità mi fa sorgere atroci sospetti: sei stato stuprato da un islamico? o un magghrebino dalla fava asinina Ti ha fatto cornuto portandosi via Tua moglie? Nella Tua foga anti islamica riesci a stravolgere la realtà e a sostenere tesi impossibili. Con ogni probabilità Tu non hai mai messo piede in un paese islamico o lo hai fatto da turista da sette capitali in sette giorni o con visto d'affari di 72 ore, altrimenti non potresti onestamente sostenere certe castronerie. Stravolgi anche la storia o semplicemente la cronaca: ad esempio nel commento che ora corbello affermi che "fino a due decenni fa le iraniane indossavano la minigonna come da foto di cui sopra", ciò che dimostra che o Tu negli anni 80 non ha visitato l'Iran o l'ira anti islamica ha tradito il Tuo pensiero. La rivoluzione islamica iraniana avvenne nel 1979 con la cacciata dello sha e immediatamente certe oscene costumanze vennero a cessare, quindi "due decenni fa" o anche tre non si vedevano minigonne in Iran. Di più: sotto lo sha a vestirsi in quel modo erano quasi esclusivamente le puttane dei bordelli per occidentali e le entraineuse nei locali notturni et similia. Ancora: su quali fonti e su quali elementi basi le Tue affermazioni sul consumo di pornografia da parte degli islamici? In Occidente non esiste il censimento religioso sul WEB...e nella maggior parte dei paesi islamici l'accesso ai siti porno è interdetto (la stessa censura applicata sui computer negli uffici pubblici da noi) come ho potuto verificare di persona. E ancora: gli stupri nei paesi nordici sarebbero decuplicati per opera degli islamici Tu affermi: sulla base di quali fonti e in riferimento a quali periodi su cui stabilire il confronto? Secondo specifico documento ONU reperibile in internet (https://www.unodc.org/documents/data-and-analysis/Crime-statistics/Sexual_violence_sv_against_children_and_rape.xls)nell'ultimo decennio gli stupri non sono affatto decuplicati: stabili e con addirittura percentuali inferiori a quelle italiane in Danimarca, incrementati enormemente in Svezia (quasi quadruplicati), sostanzialmente stabili su livelli elevati in GB, etc., ma in ogni caso non si riscontra quanto Tu affermi. L'invito alle donne di coprirsi per evitare stupri è universale (anche in Cina: cfr specifico articolo su questo Giornale di qualche mese fa)e quindi non in rapporto con la presenza di islamici immigrati. Per contro i paesi islamici hanno i tassi più bassi in assoluto di violenza sessuale. Infine Te lo ripeto per l'ennesima volta: sono fascista e cattolico tradizionalista e proprio per questo apprezzo nell'islam i valori della Tradizione, ossia i valori spirituali, la difesa della famiglia, della vita (no all'aborto e all'eutanasia) della dignità della persona,etc. così come nell'ebraismo (salvo riscontrarvi un eccesso di ritualismo che mi appare fine a sé stesso) e nel mazdeismo (o zoroastrismo, l'unica religione monoteista originaria dei popoli indoeuropei). In pratica rispetto tutte le grandi religioni monoteiste (che ho citate).

External

Ven, 27/09/2013 - 15:56

.......... aaaahhhhaaaaaa.............