Convertito all'islam si consegna «Volevo uccidere il principe Harry»

Aveva preso informazioni per ucciderlo, che fosse capace di farlo però è tutto da verificare. Ashraf Islam, un cittadino britannico convertito all'islam, si è costituito alla polizia di Hounslow, ovest di Londra, confessando di voler uccidere il principe Harry. Ha accusato se stesso quindi di una pura intenzione. Il fatto è del 23 maggio, il giorno dopo l'assassinio del soldato Lee Rigby da parte anche qui di due cittadini britannici sposati alla causa del terrorismo islamico, ma la cosa è stata rivelata solo adesso da alcuni media del Regno Unito. Ashraf Islam, 30 anni, prima di convertirsi si chiamava Mark Townley. L'uomo, senza fissa dimora, è tenuto in custodia ed è in attesa del processo dopo essere stato incriminato in base alla legge che tutela l'incolumità delle persone, riferisce Scotland Yard. Se condannato, rischia fino a 10 anni di reclusione. Su un computer portatile, gli agenti avrebbero trovato ricerche su internet riguardanti «pistole» e «rapimento». L'uomo avrebbe ammesso di aver visitato siti integralisti, ma non gli sono state formulate accuse di terrorismo.
Intanto ieri - mentre l'ex premier laburista Tony Blair sostiene che l'uccisione del soldato Lee Rigby prova che c'è «un problema nell'islam» - il Daily Mail scrive che Jeremiah Adebolajo, fratello di Michael Adebolajo, uno dei due killer del soldato britannico, avrebbe ottenuto denaro dall'MI6, il servizio segreto per l'estero di sua maestà. Secondo il giornale, gli 007 avrebbero domandato a Jeremiah di fare pressioni su Michael per spingerlo a collaborare con le autorità.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 03/06/2013 - 11:26

La solita distruzione della personalità e dell'identità culturale(debolissime entrambe, per la verità)operata nei cervelli deboli dell'occidente dalla aggressiva penetranza ideologica dell'Islam.

Ritratto di volentionolenti

volentionolenti

Mar, 04/06/2013 - 19:03

memphis35 tu hai bisogno di aiuto,sul serio fatti vedere.