Crisi, il monito della Merkel:"Si decide il futuro europeo"

La cancelliera torna a dire il suo no agli Eurobond e a confermare la fiducia nell'Euro, che ha permesso di affrontare la crisi

Con l'Italia nel mirino della speculazione internazionale, una situazione internazionale poco confortante e dubbi crescenti sulla moneta unica, la cancelliera tedesca Angela Merkel, parlando da Berlino, torna a sottolineare la "grande importanza" dell'euro per la Germania e l'Eurozona. Proprio la moneta avrebbe permesso, sottolinea, di affrontare in relativa tranquillità la crisi esplosa nel 2008.

E se nelle parole della Merkel l'importanza dell'euro è dunque chiarissima, altrettanto certo è che il parere della Germania in materia di eurobond non è cambiato di un millimetro. Niente eurobond. No anche ad altri fondi di stabilità. Perché non porterebbero a una reale unione politica. E perché "la mediocrità non deve diventare lo standard" su cui si muove l'Eurozona.

La cancelliera federale, che insiste sull'importanza di un'unione che sia anche politica, oltre che economica, evidenzia la necessità di "condividere la responsabilità", cosa impossibile se "lasciamo i controlli a livello nazionale". E per ottenere una maggiore unità tra gli stati dell'Eurozona auspica un organismo di sorveglianza delle banche "indipendente".

La Merkel non lamenta però solo la mancanza di unione politica ma anche "una mancanza di fiducia" tra i leader dell'Eurozona, fermi a un "falso dibattito" che oppone crescita e rigore di bilancio. Le divergenze riguardano ad esempio Francia e Germania. Necessario per l'Europa "discutere sulle divergenze sul rafforzamento economico" tra i due stati. La sfida è sotto gli occhi di tutti: "In questi mesi si decide il futuro dell'Europa".

Commenti

elisacarli

Ven, 15/06/2012 - 13:15

la Germania pensa solo a se stessa. Non è cambiato molto dalla seconda guerra mondiale. Secondo me non dovrebbe uscire la Grecia, ma la Germania che con la sua politica di rigore sta frantumando l'intera europa

arkangel72

Ven, 15/06/2012 - 13:38

Sa dire solo "NEIN"! Non propone mai nulla di concreto, non sa come fare uscire l'Europa dalla crisi eppure tutti le danno ascolto! Nessuno ha il coraggio di isolare la Germania e di chiederne le dimissioni della cancelliera? Il dilemma è sempre uno: è più scemo pulcinella o chi gli va appresso???

petra

Ven, 15/06/2012 - 13:47

"grande importanza dell'euro per la Germania". Eh già, siamo convinti di questo. Tuttavia per quanto riguarda il resto, l'austerità e un sistema di verifiche, sono totalmente d'accordo con la cancelliera, dove però per austerità non s'intende necessariamente tasse (la Germania non ha mai parlato esplicitamente di tasse, bensì di risparmio) ma vivere all'altezza dei propri guadagni. Sacrosanto!

Rickyprince

Ven, 15/06/2012 - 13:51

Ciò in cui sbaglia la Merkel è il no ideologico agli eurobond. Lei è convinta infatti che, istituendoli, i paesi che devono risanare smettano di farlo e ricomincino a fare le cicale. E' un fatto di sfiducia tedesca verso gli altri paesi europei. Ma sarebbe più utile capire che immettere sul mercato gli eurobond emessi dalla BCE garantirebbe un firewall concreto verso gli attacchi alla speculazione, che colpiscono soprattutto quei paesi che stanno cercando di risanare i conti, impedendoglielo o costringendoli a sempre più gravosi sforzi. Insomma, per dire, un'Italia che risana sotto "l'ombrello" degli eurobond potrebbe farlo più velocemente e meglio rispetto ad ora, in cui, proprio per gli effetti speculativi, di fatto crea nuovo debito per finanziare il risanamento del vecchio debito.

agostino.vaccara

Ven, 15/06/2012 - 13:51

Se non ho capito male, la signora merkel vorrebbe un'Europa unita politicamente oltre che economicamente. Mi sembra più che giusto. Il problema è che se neanche si riesce ad avere un'Europa unita economicamente( in fondo la creazione degli eurobond servirebbe proprio ad unire l'Europa economicamente, ma la merkel di eurobond non ne vuole sentire parlare!!!), come si può sia solo sperare di unirla politicamente??? Ma non è questo il punto. Questa Europa cosa dovrebbe essere? Una confederazione di Stati del tipo degli Usa o della Svizzera oppure un impero con capitale Berlino e con la guida indiscussa della somma imperatrice merkel prima????? Questo è il problema!!!

maumen

Ven, 15/06/2012 - 14:02

Ma cosa ci si puo' attendere da un paese come la Germania? La storia non ci ha insegnato nulla? Qualunque discussione e' inutile, qualunque tentativo di giustificare le parole del suo cancelliere e' tempo perso. Questi pensano solo al loro tornaconto economico (la riunificazione e' stata fatta..) per cui ognuno fa i suoi interessi, il nostro e' quello di abbandonare l'area Euro della Merkel...

petra

Ven, 15/06/2012 - 14:14

La signora Merkel vorrebbe farci diventare tutti come la Germania, allora e solo allora potremo dividere utili e perdite. Arduo progetto.

petra

Ven, 15/06/2012 - 14:18

#2 E chi dovrebbe chiedere le dimissioni della Merkel, i tedeschi per caso? Sarebbe come chiedere ai siciliani di chiedere le dimissioni del nuovo sindaco, che ha appena regolarizzato 20.000 precari, alla faccia del risparmio!

Lugar

Ven, 15/06/2012 - 14:29

Conosco molto bene la mentalità europea e americana, Monti ha deluso, ha fatto riforme parziali, limitate ai più poveri della società italiana e ai pensionati esagerando per meglio qualificarsi come risoluto. Non ha risolto il problema perchè non ha saputo o non ha voluto fare le riforme vere quelle che ci portavano a livello degli altri paesi. Il prezzo che noi pagheremo per colpa di questo governo è l'espulsione dall'euro e di un svalutazione penso del 60% della futura nuova lira.

Piero Lombardi

Ven, 15/06/2012 - 14:33

E' di pochi minuti fa la risposta della Merkel a Draghi: "Non possiamo condividere la responsabilità tutti insieme se lasciamo i controlli a livello nazionale, serve un organismo di sorveglianza indipendente sulle banche". Insomma vuole un organismo sovranazionale della Ue ( che sarà guidato ovviamente dalla germania) che prenda il controllo delle banche, togliendolo ai singoli stati. Una vera dittatura finanziaria, che arriverebbe a privare gli stati membri di ogni sovranità con la minaccia economica . Se questo è il futuro dell'Europa, c'è solo da scappare prima che sia troppo tardi.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 15/06/2012 - 16:09

Gentile signora Merkel perché non leva i tacchi e se ne va al diavolo una buona volta??!!! L"Europa e gli europei ne hanno piene le tasche dei suoi diktat. Una buona parte dei cittadini cominciano a voler abbondanare l'euro e l'altra parte, europeisti convinti, cominciano a pensare che il vero problema della UE é la Germania e sarebbero pronti a salvare l'UE buttando fuori la Germania. Scelga lei, ma in ogni caso si tolga di torno, l'Europa tutta ne trarrà beneficio !!!

Arruffato

Ven, 15/06/2012 - 16:39

Concordo completamente con la Merkel. Ha ragione su tutto. Tuttavia, detto questo, o l'Italia fa la riforme ora che non ha fatto nei dieci anni scorsi dall'introduzione dell'euro, o sarà costretta ad uscire dall'euro. Può succedere presto ancora con qualche risorsa, oppure più tardi con risorse praticamente spese tutte. Questa situazione internedia non è sostenibile. Siccome di riforme reali non si vede nemmeno l'ombra, oppure quelle che vengono spacciate per tali, per esempio la riforma del lavoro, sono peggio della situazione preesistente, non credo che rimarremo nell'euro.

Imbry

Ven, 15/06/2012 - 16:41

Vi pregherei di provare a dare un'occhiata alle "Teorie di Adam Kadmon" in merito al MES e al trattato di Lisbona. Da li si potrebbe capire il motivo di tutta questa crisi e di questi aiuti finanziari ai paesi... Meditate.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 15/06/2012 - 16:56

Gli italiani hanno due motivi per desiderare l'Europa. Quelli che lavorano, per avere condizioni di vita più umane, cioè simili a quelle della Germania. Poi ci sono i parassiti che vogliono rubare risorse anche ai tedeschi. Dunque, in quanto determinazione abbiamo entrambi i record mondiali: quello dei lavoratori, insieme a quello dei parassiti. La Merkel sappia che in questo momento comandano i parassiti di Napolitano che coordina i saccheggi da dietro le tendine del Quirinale. Invece con Berlusconi statista e operatore di pace le cose cominciavano ad andare bene.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/06/2012 - 17:30

Siamo spacciati, questa ci porta diritti a fondo, quello che non capisce e' che se l'euro va allo sfascio come fara' ad esportare in stati con moneta svalutata.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 17:59

siamo sicuramente lieti di sapere come la Merkel lanci moniti all' europa e siamo sicuramente lieti di poter rispondere di averne preso atto: spero che anche Monti, come capo del nostro esecutivo, abbia sentito le parole di questa sua grande sorella e tenuto conto del fatto che lei ha preteso di portarci al pun to in cui siamo, credo si possa tranquillamente dire che peggio di cosi non si poteva stare e pertanto possiamo solo immaginare come stara lei quando nbon potendo piu contare su di noi, per pagare gli interessi del suo reale debito pubblico, dovra rivolgersi ai suoi cittadini e questo finalmente non piacera a tutti (i tedeschi)

Massimo Bocci

Ven, 15/06/2012 - 18:48

Ha già piazzato alla frontiera gli Euro (Vopos), chi tenterà di valicare il sacro suolo Crucco, con qualsiasi altra moneta sarà GASSATO,...o meglio preso per fame più sicuro e meno dispendioso.

marcomasiero

Ven, 15/06/2012 - 19:02

... torna a sottolineare la "grande importanza" dell'euro per la Germania ... appunto ... solo per la Germania.

Ritratto di antoni55

antoni55

Sab, 16/06/2012 - 14:12

Buon giorno a voi.Bene prima sistemiamo la kulona con il NEW HORSE OF TROY........ Poi tutti a Bruxelles a sistemare i principi Proci compresa la principessa legarde!!!!!!!!!!!