La missione (demagogica) dei grillini in Kazakistan

Una delegazione di deputati del Movimento 5 Stelle ha incontrato sabato Alma Shalabayeva ad Almaty

Una delegazione di deputati del Movimento 5 Stelle (Alessandro Di Battista, Manlio Di Stefano, Emanuele Scagliusi, Carlo Sibilia e Alessio Tacconi) ha incontrato ieri Alma Shalabayeva ad Almaty. La visita e le denunce della donna sono state riprese in diretta streaming sul blog di Beppe Grillo. Difficilmente le autorità kazake, che vogliono comunque liberarsi della patata bollente del caso Shalabayeva, accoglieranno l'appello dei deputati 5 Stelle a farla tornare in Italia con la figlia Alua. Soprattutto dopo aver sentito il proclama del deputato Di Stefano, che prima della partenza ha denunciato come in Kazakstan ci sia «una costante violazione dei diritti umani e si rischia la tortura». Shalabayeva e sua figlia non sono mai state fisicamente maltrattate. E se da queste parti ci fosse una vera dittatura, come in Corea del Nord, i deputati italiani non avrebbero certo ottenuto il visto oppure al posto dello streaming sarebbero stati spediti in un gulag.

Commenti

dare 54

Dom, 04/08/2013 - 11:09

Sono sicuro che non hanno usato un volo di Stato....ma vi prego, ditemi chi ha pagato! E qual'è il "ritorno" politico-economico per il Sistema-Paese.

titina

Dom, 04/08/2013 - 11:31

Chi ha autorizzato i grillini ad andare in Kazakistan? Se sono andati per conto loro, li percepisco come traditori, come persone che vanno a parlare male dell'italia, quindi persone non affidabili. E' importante saperlo.

Ritratto di Luponero

Luponero

Dom, 04/08/2013 - 11:38

Certo che occuparsi dei problemi "relativamente" piccoli e farli passare per grandi è il solito buonismo trito e ritrito che ha veramente stancato. Che palle! Ma come, con gli ospedali che tagliano i posti letto, con le liste di attesa che fanno morire un sacco di persone si perde tempo, soldi ed energie per risolvere i problemi di una singola persona, moglie di un personaggio quantomeno ambiguo? Diciamo che si cavalca l'onda di una notizia che per rilevanza non dovrebbe proprio comparire sui giornali, e troppe ce ne saranno di analoghe che non compaiono. Occupiamoci che ne so... del costo della corrente elettrica, dell'assistenza agli anziani o ai malati lasciati "SOLI" a casa. Oppure delle pensioni di chi è invalido al 100% che ammontano a poco più di 250 euro. Occupiamoci delle donne obbligate a prostituirsi che cambierebbero di corsa la loro posizione con la signora kazaka. Ai voglia a missioni da fare senza dover mandare in vacanza i delegati grillini. Che brutta fine Grillo. Pensavo meglio!

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 04/08/2013 - 11:42

..Hanno forse fatto la gita sociale esotica di Ferragosto a spese dei contribuenti? ..... e noi paghiamo? fateci sapere

Porrzuz1492

Dom, 04/08/2013 - 11:52

I cinque cavalieri dell'apocalisse si sono fatti una vacanza (pantalone paga)

cgf

Dom, 04/08/2013 - 15:45

Spero che abbiano avuto il coraggio di pagare di tasca propria in linea con quando vanno blaterando!

Raoul Pontalti

Dom, 04/08/2013 - 20:11

I bananas continuano con la politica da bar dello sport e si interrogano sui soldi dei grillini (per inciso: sono soldi loro che possono spendere come vogliono, meglio così forse che per stare al sole in spiaggia alle Mauritius) e si stupiscono della rilevanza del caso Shalabayeva. O bananas...ma fatevi spiegare dalla mamma che espellere in quel modo una persona che non ha commesso reati né è inseguita da mandati di cattura internazionali ed è per di più protetta da paesi dell'Unione europea è una canagliata da un lato e una figuraccia internazionale dall'altro. Cosa direbbe l'Italia se ad es. la Germania piuttosto che la Danimarca espellessero una persona che gode di asilo politico e conseguente protezione dall'Italia che le ha rilasciato visto Schengen? Si incazzerebbe certamente e accuserebbe la Germania o la Danimarca di cialtronaggine e l'una o l'altra farebbero una figura di guano. Ma nella vicenda c'è dell'altro di rilevanza politica: al Viminale una certa banda di cialtroni ha agito come fossero dei padreterni, tenendo all'oscuro i titolari politici dell'interno e degli esteri e combinando una cazzata mostruosa. i vertici politici hanno detto basta e Alfano in particolare sta rivoltando come un calzino il Viminale. Tenere calda la questione significa tra l'altro dare il destro ad Alfano per estirpare il cancro metastatico rappresentato dalla banda che da un ventennio fa quello che vuole nella polizia con i risultati noti (ordine pubblico non garantito, delinquenza comune ed organizzata arrivate alle stelle, etc, etc.). Gli strafalcioni dei grillini, ben rilevati da Biloslavo, non inficiano tuttavia il significato politico vero della questione che pure i grillini hanno ben colto: l'obiettivo è il Viminale, per i grillini al fine di scalzare Alfano in primo luogo e poi i dirigenti, per Alfano (e per tutti i cittadini) al fine di cacciare gli incapaci.

emifre

Dom, 04/08/2013 - 21:36

Spero che i grillini rendano pubblico con che denari hanno fatto la gita in Kazakistan, spero con i loro. Andiamo a occuparci di cose che non sono di nostra competenza mentre i nostri militari sono ancora in India.

giovannibid

Lun, 05/08/2013 - 21:50

Però che furbata portare i giullari italiani alla corte del Kazakistan LE BUFFONATE SI SPRECANO DA QUANDO CI SONO I GRILLINI