E l'anno prossimo il Frecciarossa arriverà a toccare i 360 km orariDai 300 di oggi

Per la fine del 2014 è prevista la consegna alle Ferrovie italiane del Frecciarossa 1000, il nuovo treno costruito da AnsaldoBreda e Bombardier. Potrà raggiungere una velocità massima superiore ai 400 chilometri all'ora e le Ferrovie - come ha già annunciato l'ad Mauro Moretti - porteranno i limiti massimi della velocità commerciale a 360 all'ora dai 300 attuali. In tutta sicurezza, visti i dispositivi di cui dispone la rete di Alta velocità italiana, che è la più giovane e moderna d'Europa. Finora il record di velocità in una linea commerciale appartiene alla Cina; o meglio, al Maglev - il treno a lievitazione magnetica della Siemens che collega Shanghai all'aeroporto di Pudong - che raggiunge(va) i 413 all'ora. Gruppi di turisti erano sempre pronti a filmare la stupefacente progressione degli indicatori di velocità. Ma oggi il Maglev è stato «derubricato» ai 300 all'ora. Sui motivi non vi è certezza. Molti dicono - come il presidente delle ferrovie francesi, Sncf, Guillaume Pépy - che le ragioni stanno nei costi, che oltre un certo limite hanno incrementi esponenziali. Secondo altri, invece, la decisione è legata alla sicurezza, dopo che l'incidente nell'alta velocità cinese di un paio di anni fa ha spinto a maggiore prudenza (l'ex ministro per le ferrovie cinese, colpevole di corruzione e abuso d'ufficio, è stato condannato a morte per una storia di tangenti legata proprio all'Alta velocità, di cui era il responsabile).
In Europa, Italia e Germania «viaggiano» a 300 all'ora, la Francia ha punte di 320 ma solo su alcune linee. Dice Pepy: «Oltre i 300 all'ora gli aumenti dei costi sono esponenziali. Abbiamo calcolato che tra Parigi e Lione per guadagnare 10 minuti si dovrebbe aumentare il biglietto del 20%».

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 26/07/2013 - 11:52

L'unità d'Europa si fa con la TAV. Poter raggiungere Londra, da Milano, serve molto di più di tante chiacchiere.

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Ven, 26/07/2013 - 13:26

Posto nei cimiteri ce ne sono molti..

cgf

Ven, 26/07/2013 - 15:06

Molto più facile morire attraversando la strada sottocasa a piedi che attraversare l'Italia in treno.