Egitto, il governo potrebbe sciogliere l'Ong dei Fratelli Musulmani

Secondo i media egiziani, la licenza di Ong della Confraternità sarà revocata a breve. Diversa l'opinione della Bbc

Il governo egiziano, dando seguito alla proposta avanzata da un gruppo di giudici e dal premier Hazem el-Beblawi, avrebbe deciso di sciogliere i Fratelli Musulmani. Dietro al passo intrapreso dal nuovo esecutivo la creazione di un'Organizzazione non-governativa, decisa a marzo 2012 in vista delle elezioni presidenziali. Proprio alla licenza di Ong si riferisce la condanna dell'esecutivo.

Gli esperti del consiglio di Stato - scriveva l'Ansa alcuni giorni fa - avevano proposto lo scioglimento dell'Ong, sottolineando innanzitutto che i Fratelli "sono stati responsabili di incitamento alla violenza, possesso di armi, hanno sparato contro i manifestanti dalla sede del quartier generale" di Mokkatan. Per gli scontri nella capitale, sono implicati in un processo partito il 25 agosto otto nomi di spicco della Confraternita.

La registrazione come Ong dei Fratelli musulmani - scrive il quotidiano filo-governativo Al-Akhbar - sarà revocata. Si attende solo la comunicazione ufficiale, che dovrà arrivare dal ministro della Solidarietà sociale, Hany Mahana, probabilmente "all'inizio della prossima settimana", assieme alle motivazioni. Diversa l'opinione della Bbc, che al momento smentisce la notizia.

Il movimento islamista dei Fratelli Musulmani, creato nel 1928 da Hasan al-Banna, ha trascorso gran parte della sua storia in clandestinità. Messo al bando già nel periodo monarchico e poi nel 1954 da Gamal Abdel Nasser, fu "riabilitato" per un breve periodo, quandò gli succedette Anwar Sadat, che pure non lo legalizzò. Con Hosni Mubarak i fratelli furono parzialmente tollerati.

Nel 2012 Mohammed Morsi, candidato del partito Libertà e Giustizia, espressione politica della Fratellanza, vinse le elezioni presidenziali, occupando il posto fino a quel momento tenuto dal capo dell'esercito Mohammed Hoseyn Tantawi, presidente della Repubblica nel periodo tra la deposizione di Mubarak e l'elezione del nuovo Capo di Stato.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/09/2013 - 11:29

Però c'è la Fratellanza mussulmana di Grillo, che ha dovuto chiedere il permesso all'Imam iraniano per sosare la sua bella moglie.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/09/2013 - 11:29

Però c'è la Fratellanza mussulmana di Grillo, che ha dovuto chiedere il permesso all'Imam iraniano per sosare la sua bella moglie.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/09/2013 - 11:29

Però c'è la Fratellanza mussulmana di Grillo, che ha dovuto chiedere il permesso all'Imam iraniano per sosare la sua bella moglie.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 06/09/2013 - 12:03

lasciate che si uccidano da soli, noi dobbiamo soltanto difendere i nostri confini armati fino ai denti e senza alcuna pietà, basta aiutare queste bestie sataniche sparse in tutto il pianeta come un cancro mortale.

Ritratto di chris_7

chris_7

Ven, 06/09/2013 - 12:18

forza egitto sistema una volta per tutte gli integralisti e diventa un paese liberale e tollerante!

swiller

Ven, 06/09/2013 - 22:08

Ottima notizia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/09/2013 - 00:50

L'Egitto ha il problema di sciogliere la Fratellanza Mussulmana. Ma qui in Italia nessuno si pone il problema di sciogliere MAGISTRATURA DEMOCRATICA istituita arbitrariamente DA CHI HA SOLO IL COMPITO di amministrare la giustizia? CI SARA' QUALCHE COSTITUZIONALISTA CHE AVRA' IL CORAGGIO DI SOLLEVARE IL PROBLEMA?