Egitto, rilasciati i quattro giornalisti italiani

Dopo ore di apprensione liberati Gabriella Simoni, il suo operatore Arturo Scotti, Maria Gianniti con il tecnico Sergio Ciani.

Sono stati tutti rilasciati i quattro giornalisti italiani che erano stati fermati al Cairo. Si tratta dell’inviata di Mediaset Gabriella Simoni e del suo operatore Arturo Scotti, nonchè dell’inviata di RadioRai Maria Gianniticon il tecnico Sergio Ciani. Lo ha confermato a Sky Tg 24 l’ambasciatore italiano in Egitto, Maurizio Massari. 

"Siamo stati trattati bene, ci hanno fermati, la cosa ora si è risolta ma questo fa capire il clima di tensione che c’è a ridosso di Ramses Square", ha raccontato Maria Gianniti, "Eravamo lì, in effetti i militari ci avevano trattenuto inizialmente accanto a loro proprio perchè volevano pensare alla nostra sicurezza. Quando io e Ciani siamo stati portati in un luogo che non saprei dire quale fosse abbiamo trovato Gabriella e il suo operatore, anche loro un pò frastonati ma, ripeto, siamo stati trattati con i guanti bianchi".

"Ho appreso che i quattro giornalisti italiani che hanno vissuto momenti difficili questo pomeriggio al Cairo sono appena rientrati in Ambasciata accompagnati dal Console. Ne sono sollevata. Ai nostri diplomatici al Cairo, che con l’assistenza fornita ai giornalisti di Rai e Mediaset hanno dato l’ennesima prova di efficienza e straordinaria professionalità, va la mia gratitudine più sincera", ha commentato il ministro degli Affari esteri Emma Bonino

Commenti

ingenuo39

Sab, 17/08/2013 - 20:37

Penso: con tutta la gente del posto, che fotografa, riprende ,registra, ecc. ecc. che necessita c'era di inviare dei nostri giornalisti in luoghi cosi pericolosi solo per dare notizie quando bastava acquistare sia i filmati e le registrazioni del posto e scrivere la notizia. Che i nostri lo facciano solo per sprezzo del pericolo, (nel 2013) o per fare qualche ripresa che se non gradita viene sequestrata sul luogo? Gradirei conoscere il vero motivo, scusate la mia ingenuità.