EGITTO VIOLENTOScontri cristiani-musulmani al Cairo: 5 morti

Almeno cinque persone, tra cui quattro cristiani copti, sono rimasti uccisi negli scontri di matrice confessionale scoppiati la scorsa notte nella zona di Khusus, a nord del Cairo. Altre sei persone sono rimaste ferite, stando a quanto si è appreso da fonti della sicurezza. Gli scontri sono scoppiati dopo che un cinquantenne di fede islamica ha rimproverato dei bambini che stavano disegnando una svastica su un edificio religioso. L'uomo ha quindi insultato i cristiani e la croce, innescando così una lite con un giovane cristiano che stava passando nella zona, poi degenerata in violenze con l'uso di armi da fuoco. La polizia ha proceduto all'arresto di una quindicina di persone.
I cristiani rappresentano secondo le stime tra il sei e il 10 per cento dei circa 83 milioni di abitanti dell'Egitto.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Dom, 07/04/2013 - 12:20

Inutile dire che da quelle parti ogni scusa è buona per accoppare cristiani. Da quando, poi, i fondamentalisti e la sharia sono andati al potere è divenuto anche peggio. Temo che non ci vorrà molto prima che avremo profughi copti che scappano e vengono a rifugiarsi da noi.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Dom, 07/04/2013 - 16:42

Come ho saputo degli scontri e di morti in Egitto non avevo dubbi che questi ultimi, come al solito, erano sicuramente dei cristiani. C'è stata la conferma e "...tutto va bene!". Provate a pensare se fosse avvenuto ...il contrario.