Elisabetta, 60 anni di regno da festeggiare in privato

Un anno dopo le cerimonie del Giubileo di Diamante, il Regno Unito celebra oggi il sessantesimo anniversario dell'incoronazione di Elisabetta II, che ebbe luogo parecchi mesi dopo l'effettiva ascensione al trono.
Elisabetta infatti successe al padre Giorgio VI alla morte di questi, il 6 febbraio del 1952 ma a causa del lutto ufficiale, l'incoronazione avvenne 18 mesi dopo, il 2 giugno del 1953: allora vi parteciparono ottomila invitati in rappresentanza di 129 Paesi, e l'evento fu per la prima volta trasmesso in televisione, dove fu visto da 20 milioni di telespettatori (e ascoltato da altri undici milioni attraverso la radio).
Stando a fonti di Buckingham Palace tuttavia questa volta l'87enne monarca (che venerdì è andata in visita alla caserma di Woolwich in cui prestava servizio Lee Rigby, il militare ucciso lo scorso 22 maggio a Londra da due giovani musulmani) avrebbe deciso di trascorrere la giornata in privato, nel castello di Windsor. Se domani verranno sparati 41 colpi di cannone in onore della Regina solo martedì si terrà una messa a Westminster alla presenza di duemila invitati, fra cui una ventina di membri della Royal Family con protagonisti indiscussi William e Kate, in dolce attesa del futuro erede al trono.
Al premier conservatore David Cameron e al Segretario generale del Commonwealth, Kamalesh Sharwa, spetteranno le letture di rito; dopo la cerimonia religiosa - che verrà trasmessa dalla Bbc - Elisabetta intratterrà un centinaio di ospiti privilegiati per un pranzo privato. Infine, un «festival dell'incoronazione» avrà luogo dall'11 al 14 luglio nei giardini di Buckingham Palace mentre il 27 luglio aprirà le porte una mostra dedicata all'incoronazione del 1953.