Gli euroscettici spaventano l'Europa

Barroso: "Siamo molto preoccupati". Hollande: "Verità dolorosa". Sostieni il reportage Europa ribelle

Il boom degli euroscettici spaventa l'Europa. A parte dal presidente della Commisione Ue, Josè Manuel Barroso, che lancia l'allarme: "Siamo estremamente preoccupati per la tendenza che emerge dal voto europeo", ha detto, "Sta andando giù tanto la fiducia nelle istituzioni europee quanto quella nelle istituzioni nazionali. Anzi spesso quest'ultima peggiora di più e l'Italia ne è un esempio".

"Dal voto una verità dolorosa", dice François Hollande travolto dal ciclone Front National, che ha chiesto lo scioglimento del Parlamento. Il nuovo primo ministro francese, il socialista Manuel Valls, non intende però dimettersi, mentre il presidente ribadisce: "Sei francesi su 10 non sono andati alle urne. Un elettore su quattro ha votato per l'estrema destra. È vero, ovunque i partiti euroscettici progrediscono. Ma è in Francia, paese fondatore dell'Unione europea, patria dei diritti dell'Uomo, paese delle libertà dove l'estrema destra arriva così ampiamente in testa. Ora la cosa fondamentale è la crescita. E poi l'istruzione, la modernizzazione dello Stato. Lo chiederò con forza domani in Europa. Il mio dovere ora è riformare la Francia e riordinare l'Europa".

Soddisfatta invece Angela Merkel: "Siamo contenti che il partito popolare europeo abbia avuto il risultato maggiore. Abbiamo raggiunto un solido risultato", ha detto, mentre Jean-Claude Juncker, certo di vedersi affidato il mandato, ha detto: "Il Ppe ha vinto le elezioni". Di parere opposto i socialisti: "Le grosse perdite del Ppe dimostrano chiaramente lo scontento della gente per le politiche della destra", dichiara il presidente dell'S&D Hannes Swobodama, "Jean-Claude Juncker, in qualità di candidato del gruppo più ampio, ha ora pieno diritto di tentare di trovare una maggioranza nell'Europarlamento, a iniziare dal suo stesso gruppo".

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mar, 27/05/2014 - 02:10

CHIUDERE BOTTEGA! Altro che fare piani di divisioni di poltrone! A questa gente non gli vuole entrare in testa, gli ci vogliono i carri armati per cacciarli.

buri

Mar, 27/05/2014 - 10:25

Poverini, preoccupati! notizia dolorosa! ma chi vogliono turlupinare ancora? rpccolgpnp qieòòo che hanno seminato, hanno trasformato un sogno in un associazione banxaria, in una dittatura technocratica, stupida, illiberale e ottusa, ed ora avrebbero anche il coraggio do lamentarsi, a casa tutti, iniziando dei technocrati

Ritratto di Laura16

Laura16

Mar, 27/05/2014 - 11:40

...veramente l'exploit degli euroscettici ha turbato il sonno di Draghi&Co...:)

Klotz1960

Mer, 28/05/2014 - 11:08

Anche in questa occasione, Barroso mostra tutta la sua malafede e disonesta' intellettuale. Il voto europeo e' stato anti UE,e proprio in Italia, come in Spagna e Germania, il partito al Governo e' uscito premiato. In Francia, GB, Danimarca, Austria, Ungheria i partiti anti UE vogliono PIU' STATO E MENO UE; non vogliono piu' dare mano libera a gente come Barrioso e Van Rumpuy. Sara' un vero piacere vederlo sparire dalla scena.

Libertà75

Gio, 29/05/2014 - 16:06

E tutto questo perché i tedeschi non vogliono la svalutazione dell'euro... comunque non c'è pericolo ragazzi. Quando l'euro toccherà quota 1,80 sul dollaro allora l'Europa conoscerà un nuovo 1945

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Ven, 30/05/2014 - 22:25

mi piacerebbe chiedere molto villanamente a questi signori se a parte le rotolate nel letto delle loro amanti , si siano accorti che la gente normale è stanca dei loro giochetti da idioti presuntuosi

Anonimo (non verificato)