EVITATO IL PEGGIO IN TUNISIA Dimostrazioni vietate a Tunisi: la polizia blocca gli integralisti

Tunisi Alta tensione nella capitale della Tunisia, dove nei giorni scorsi ci sono state tese dimostrazioni alla notizia della pubblicazione delle vignette satiriche su Maometto in Francia e del film «L'innocenza deimusulmani» prodotto negli Stati Uniti. Il governo guidato dal movimento islamico moderato Ennahda ha proibito ogni dimostrazione nel giorno festivo del venerdì. Ingenti dispiegamenti di forze di sicurezza hanno protetto a Tunisi gli obiettivi sensibili: le ambasciate francese e americana ma anche la sinagoga, che sorge nel centro della città ed è tra le più antiche del Nordafrica. Il «cordone sanitario», con gli agenti che sollecitavano i passanti, con modi decisi, ad af frettarsi a liberare i marciapiedi, ha funzionato. Di salafiti se ne sono visti ben pochi. Solo alcuni, all'uscita della moschea di al Fath, loro bastione, hanno tentato di fare un capannello, subito disperso.

Commenti
Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Sab, 22/09/2012 - 17:10

poveri integralisti , ma non si accorgono di essere deficienti ?