La Francia dice sì a nozze gay e adozioni

Il Parlamento francese ha approvato il testo di legge che autorizza il matrimonio civile per le coppie omosessuali e le adozioni, dopo un acceso dibattito di settimane. La Francia diventa così il quattordicesio Paese al mondo a riconoscere il matrimonio gay. «Dopo 136 ore e 46 minuti di dibattito, il Parlamento ha adottato il progetto di legge che consente il matrimonio alle coppie dello stesso sesso», con 331 voti contro 225, ha annunciato il presidente dell'Assemblea nazionale Claude Bartolone. L'opposizione di destra ha già annunciato un ricorso presso il Consiglio costituzionale prima della promulgazione della legge da parte del presidente François Hollande. l provvedimento, promosso dai socialisti del presidente Francois Hollande e duramente avversato dalla destra e dalla chiesa cattolica. Attimi di tensione nel corso della sessione si sono avuti quando alcuni attivisti hanno srotolato una bandiera, prima di essere bloccati dagli addetti alla sicurezza. Al termine della votazione, i deputati conservatori hanno lasciato l'emiciclo, promettendo battaglia. Raduni sono previsti per il 5 e il 26 maggio a Parigi per continuare la protesta. Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco di Parigi, Bertrand Delanoe, dichiaratamente omosessuale, che «con gioia» ha salutato l'approvazione della legge.