Francia, scandalo Cahuzac

L'ex ministro del Bilancio ha ammesso di avere un conto all'estero da 20 anni. Hollande: "Grave violazione della morale pubblica". E annuncia: "Eletti condannati non potranno più svolgere alcun mandato pubblico"

In Francia tira una brutta aria. Soprattutto per il presidente francese, Francois Hollande. Che ora cerca di correre ai ripari. Perché lo scandalo che ha colpito il suo ex ministro del Bilancio, Jerome Cahuzac, ha scatenato un putiferio.

Cahuzac, dopo aver mentito per mesi, alla fine ha ammesso di avere un conto all’estero da vent’anni. "Un errore imperdonabile", "uno shock", "una grave violazione della morale repubblicana": ha usato queste parole Hollande in un videomessaggio trasmesso dall’Eliseo.

Il presidente francese, a seguito dello scandalo, ha annunciato la linea dura: "Gli eletti condannati non potranno più svolgere nessun mandato pubblico, l’esemplarità dei responsabili pubblici sarà totale".