Il giallo di Wikileaks: ecco chi spia l'Nsa, ma manca un Paese

Attivisti contro Greenwald: ci censura. Il giornalista si difende: la notizia provocherebbe vittime

Wikileaks potrebbe lanciare una "bomba" nelle prossime ore. L'associazione di Julian Assange, infatti, ha passato a The Inceptor (il sito diretto dall’ex giornalista del Guardian Glenn Greenwald) un resoconto che prova come l'Nsa starebbe registrando il contenuto di ogni conversazione telefonica fatta in cinque Paesi: Bahamas, Messico, Filippine, Kenya e un altro Stato lasciato segreto.

L'omissione non è piaciuta a Wikileaks che ha accusato il sito di Greenwald detenuto dal gruppo Firstlokk di censura, al pari del Washington Post.

Dal canto suo Greenwald si è difeso sostenendo che rivelare la quinta nazione spiata avrebbe avuto come risultato diverse vittime, probabilmente a causa di rivolte in un Paese già instabile.

Giustificazioni inutili per Wikileaks, che minaccia di rivelare il quinto nome entro 72 ore (cioè entro oggi).

AGGIORNAMENTO DEL 23 MAGGIO

Alla fine Wikileaks ha deciso di rimandare la pubblicazione integrale del rapporto.

Commenti

gamma

Gio, 22/05/2014 - 19:38

Forse il Venezuela oppure la Turchia o la Nigeria

cgf

Gio, 22/05/2014 - 19:39

Ukraine? who knows?

Ettore41

Gio, 22/05/2014 - 19:48

La NSA spia tutti, gli americani compresi.

gmario

Gio, 22/05/2014 - 20:07

Può essere tutto ma c'è chiaramente qualcosa che non va in questi attivisti: se si sono così infuriati per questa omissione perché non hanno informato subito su quale sia questa nazione? Semplice...meglio non farlo, accusare un giornale per montare una campagna, continuare a parlarne per giorni o settimane in poche parole strumentalizzare l'informazione, e la strumentalizzazione dell'informazione non ha MAI COME FINE LA VERITA? dite subito qual è questa nazione oppure statevene zitti e smettete di rompere.

syntronik

Gio, 22/05/2014 - 20:36

state tutti prendendo un granchio NSA significa Non Sappaiamo Ascoltare