Guantanamo, scontri tra agenti e detenuti

Alcuni detenuti hanno aggredito con armi improvvisate le guardie, dopo la decisione del comandante del carcere di spostare in un’altra sezione dei prigionieri in sciopero della fame

Dalla fine di febbraio nel campo di prigionia di Guantanamo è in corso uno sciopero della fame da parte di 43 prigionieri. Ieri è scattato un blitz delle guardie carcerarie, intervenute perché i detenuti avevano oscurato le finestre e le camere di sorveglianza delle loro celle. E' scoppiato il caos. "Alcuni detenuti hanno opposto resistenza con armi improvvisate e in risposta sono stati esplosi 4 colpi non letali", senza causare "feriti gravi alle guardie o ai detenuti", ha riferito il portavoce militare del campo, il capitano della Us Navy, Robert Durand.

"L’azione contro i detenuti - ha spiegato lo Us Southern Command in una nota - è stata decisa in reazione al loro tentativo di limitare la possibilità da parte delle guardie i tenerli sotto osservazione, mentre essi stavano coprendo le telecamere di sorveglianza, i vetri e le finestre divisorie. Ovviamente - si legge ancora nel comunicato - il monitoraggio continuo, 24 ore al giorno sette giorni a settimana, necessario per assicurare la sicurezza e l’ordine".  Ma gli avvocati dei detenuti sono di diverso avviso: secondo loro il comando del carcere avrebbe dovuto cercare un negoziato allo scopo di far terminare lo sciopero della fame. Una protesta a oltranza iniziata ormai da febbraio da parte di diverse decine di detenuti rinchiusi in questa struttura di prigionia ancora in attesa di un processo. "È stato fatto - ha denunciato l’avvocato Carlos Warmer - esattamente il contrario di ciò che andava fatto. In questo modo i militari stanno solo aggravando il conflitto".

Al momento il carcere nella base Usa a Cusa di Guantanamo ospita 166 detenuti e molti di loro accusano le guardie di aver limitato la loro libertà religiosa e di aver confiscato oggetti personali, arrivando persino a dissacrare alcune copie del Corano. La mancata chiusura del carcere posto nella base Usa cubana resta la più grande promessa non mantenuta di Barack Obama. Il presidente americano all’indomani dell’insediamento alla Casa Bianca a gennaio del 2009 si era impegnato a far chiudere la struttura dove l’amministrazione Bush aveva stipato centinaia di "nemici combattenti" (la dizione è stata coniata appositamente per non riconoscere loro lo status di prigionieri di guerra e i relativi diritti).

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 14/04/2013 - 11:38

Ma il ziclon b e tutto finito ?

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 14/04/2013 - 12:43

Mafie e boss e tragisti perchè non fucilarli o parlare di pena di morte è tabù? Ma la realtà: vedere un cane che si morde la coda a danno dei Cittadini, ma le colpe non sono solo del Legislatore, oramai sotto smacco dai Magistrati che avuto una mano durante gli anni di piombo si sono presi un braccio e la vita, tanto che, interrrogare un presunto colpevole è perdita di tempo e nessuno li può giudicare perchè Casta intoccabile e onnipotente! Che dire che per avere una sentenza per cose ridicole bisogna aspettare decenni? Perchè? Tutti occupati a fare Politica o rivoltare l'italia come un calzino che per questo puzza e fetano per negligenza ed inefficienza, se poi guardiamo alcuni casi da decenni non risolti o una casta compresa quelli di Cassazione che delirano per sentenze da medio Evo, come “ aveva la minigonna e non i pantaloni ” o reato fare il segno delle corna, eccettera. Colpevoli e consdannati a 15gg per un pezzo di cioccolata”. Appellarsi ad una senteza, sempre per aver rubato una cioccolata dal valore di 1,5€! Oppure, accettare un ricorso dell'Inps, perchè non vuole pagare le marchette con tanto di Legge ad hoc ed aspettare la sentenza 15 anni per avere il maltolto? 1° perchè i Magistrati devono fare inchieste conducendo le indagini al posto delle Forze dell'Ordine mentre costoro con spirito di sacrificio e con pochi spiccioli al mese rischiano la pelle, famiglia e persino accusati di essere Spaccarotelle? 2° perchè mai un Potere deve essere al di sopra il Parlamento o che il Capo di Stato non eletto o non abbia le palle, seppure Presidente del Csm va a zonzo? 3° a che serve un Sindacato Anm (Sinistroide) che appena terminano il loro mandato sono eletti in un Partito di Sinistra, ultimo Grasso Presidente del Senato? 3° perchù salti della quaglia nelle Istituzioni non si puà vietare? Ecco, provate a fare un referendum e scoprirete che i cittadini inermi sarebbero favorevoli a chiudere le carcerei a favore di campi di lavoro per Boss di tutte le specie che da Cristiano e Cattolico e, non penso che siano esserei umani anche se, apparentemente assomiglianono agliumanoidi, ma secondo me, saranno adepti del Dio del Male Lucefero. Allora, perchè appena catturati non fucilarli o appenderli per le palle ad un elecottero e buttarli nel fuoco dell'Etea o Vulcano e, perchè mai non aver utilizzato la vaschetta si Brusca: meglio un mostro in vita che ha sciolto nell'acido oltre 100 persone? Infatti, il Popolo carcerario usato come cavia anche se è esentato da ticket Sanitari, Luce, Gas, acqua e l'Imu: msa se considerati Umanoidi come mai si abusa di masochismo del 41 Bis, ma non peggiore delle morte? Certo, manca lavoro, ma non sarebbe meglio adoperarli nel costruire e riattivare Infrastrure carente e mancante? Ebbene, se non si vogfliono accoppare (giusta punizione) si usino nelle mimiere per estrarre concime, calce, sale, carbone e zolfo, così li vedremo esclamare incantati quando scoprono la Luna!

moshe

Dom, 14/04/2013 - 13:11

Meno male che Guantanamo c'è !!!!! è solo in Italia che i mafiosi ed i delinquenti comuni fanno la vita da signori !

Raoul Pontalti

Dom, 14/04/2013 - 14:48

Quando sarà chiusa quella vergogna al cospetto del mondo dove sono detenuti in condizioni disumane e senza nemmeno la formulazione di accuse precise più di 160 persone?