IL «GUARDIAN»A Washington dati da sette Paesi C'è anche l'Italia

Almeno sei paesi della Ue, tra cui l'Italia, collaborano con gli Usa nella raccolta di dati personali in virtù di accordi internazionali d'intelligence. Lo rivela il quotidiano britannico «Guardian» citando un ex ufficiale della Marina Usa che ha lavorato per la Nsa, Wayne Madsen, che cita oltre alla Gran Bretagna (la cui collaborazione era già emersa) anche l'Italia, la Danimarca, l'Olanda, la Francia, la Germania e la Spagna. Questi Paesi avrebbero accordi segreti con Washington per il passaggio di datie sono categorizzati dagli Stati Uniti in base al loro livello di fiducia. Madsen è uscito allo scoperto temendo che i politici europei stiano raccontando solo «metà della storia» sull'estensione delle attività della Nsa: «Non capisco come la Merkel possa chiedere assicurazioni da Obama e da Londra mentre la Germania ha gli stessi rapporti» .